Presidio fisso contro il bracconaggio: sequestrate armi nel salernitano

20 Novembre 2017 Author :  
Ennesimo colpo inferto al bracconaggio nell'area protetta "Foce Sele-Tanagro" dai Carabinieri della stazione di Borgo Carilia diretti dal Maresciallo Lorito Vittorio, ormai noto agli ambientalisti locali per la sua dedizione nella lotta al bracconaggio. I militari e le guardie Enpa sotto le sue direttive sono riusciti a sorprendere, dopo un appostamento tra i rovi lungo le rive del fiume, due cacciatori in area protetta. Fortunatamente i due non avevano abbattuto fauna fino a quel momento, nonostante il passo di migratori sia in piena attività. I cacciatori sono stati deferiti all'Autorità Giudiziaria per reati connessi alle Leggi 157 del 1992 e 394 del 1991, con sequestro delle armi e del munizionamento in loro possesso. Ulteriori controlli sono stati effettuati nelle zone limitrofe con esiti regolari. I controlli proseguiranno nei prossimi giorni, al fine di garantire il regolare svolgimento dell'attività venatoria. L'Enpa sottolinea l'importanza di segnalare casi di bracconaggio alla pagina FB o all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

 

GruppoIdPublicWhiteCompletoGimp