Salerno. Scambiarono le sacche di sangue, anziano morì al Ruggi: due condanne

12 Ottobre 2017 Author :  

Morì al “Ruggì” dopo una trasfusione di sangue perché i dottori invertirono la sacca ematica somministrandogli quella di un altro paziente con lo stesso cognome. Due condanne definitive e due assoluzioni per i quattro sanitari coinvolti nella vicenda relativa al decesso di Gerardo Fasolino, il 75enne di Marina di Camerota morto nell'estate 2009 all'ospedale di via San Leonardo “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” dopo un intervento chirurgico all’anca. La parola fine ad una drammatica vicenda di malasanità è stata scritta dai giudici della Corte di Cassazione che hanno confermato le sentenze di condanna già pronunciate in primo e secondo grado a carico del medico ortopedico, condannato ad un anno e 6 mesi di reclusione e a carico del tecnico di laboratorio condannato a un anno e due mesi. Annullate invece, senza rinvio, le pene inflitte in primo e secondo grado all'anestesista e al dottore che erano stati condannati ad un anno e tre mesi di reclusione.

 

 

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

 

GruppoIdPublicWhiteCompletoGimp