Sarno. Casella tra Dante e Milton: gli studenti dell'Itis Fermi stupiscono al Festival "Dante senza frontiere"

05 Dicembre 2017 Author :  

Gli studenti dell' Iti Fermi di Sarno presentano il musico e compositore italiano Casella al Festival Nazionale su Dante. E’ stata una performance innovativa quella presentata venerdì 1 dicembre al Convitto Nazionale “T. Tasso” di Salerno nell’ambito della III Edizione del Festival Nazionale “Dante senza frontiere” dai giovani alunni delle classi IV e V E dell’ITI “E Fermi”. Quindici minuti intensi durante i quali è stata presentata una lettura comparata del personaggio di Casella, musico e compositore italiano, tra i versi del secondo canto del Purgatorio della Divina Commedia di Dante Alighieri e quelli del Sonetto XIII To Mr. H. Lawes, on his Aires di John Milton. Emozionatissimi i ragazzi, chiamati ad esibirsi davanti ad un pubblico di “esperti”: il professor Massimo Arcangeli, docente dell’Università di Cagliari; i professori Franco Salerno e Pio Pannone, esimi scrittori; la poetessa Stefania Rabuffetti e l’avvocato Tania Roseti. Meravigliosa la melodia della Tosca che ha accompagnato la performance, rievocando il potere distraente della musica, quel potere dal quale sono attratte le anime del Purgatorio, dimentiche del loro destino, e a causa del quale sono aspramente rimproverate aspramente da Catone; quello stesso potere che spinge Milton ad augurare all’amico Lawes un successo ancora più grande di quello di Casella. Il Festival Nazionale "Dante senza frontiere" è giunta alla terza edizione ed è organizzato dalla Società Dante Alighieri presso la sede del Convitto Nazionale “Tasso” di Salerno.

La Società Dante Alighieri, fondata nel 1889 da un gruppo di intellettuali guidati da Giosuè Carducci ed eretta in Ente Morale con R. Decreto del 18 luglio 1893, n. 347, ha lo scopo di «tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiane nel mondo, ravvivando i legami spirituali dei connazionali all’estero con la madre patria e alimentando tra gli stranieri l’amore e il culto per la civiltà italiana».

IL PERSONAGGIO CASELLA - Casella è un musico e cantore toscano, di cui si hanno scarse notizie ma è lo stesso Dante a presentarlo e farlo rivivere nella Divina Commedia, (sarebbe nato verso il 1250 a Firenze o a Pistoia, e morì forse poco prima della primavera del 1300, secondo quanto lo stesso Dante dice di lui nel Canto II del Purgatorio in cui compare). Gli antichi commentatori del poema lo descrivono come un musico molto apprezzato e grande amico di Dante, anche se non si sa quanto tali notizie dipendano dalla lettura del poema stesso; nel codice Vaticano 3214 si trova il suo nome in calce a un madrigale di Lemmo da Pistoia, poeta del Duecento, che recita: Casella sonum dedit (lo musicò Casella, il che è coerente con l'episodio dantesco). Dante lo colloca tra le anime dei penitenti che scendono dalla barca dell'angelo nocchiero sulla spiaggia del Purgatorio (II, 76 ss.): Casella riconosce Dante e si fa avanti per abbracciarlo, così che il poeta tenta di fare altrettanto ma ogni volta le sue braccia tornano al petto (lo spirito è inconsistente). Dante riconosce a sua volta Casella e i due si appartano per parlare; il musico spiega a Dante, stupito di vederlo lì a tanto tempo dalla sua morte, che l'angelo raccoglie sulla sua barca chi vuole lui secondo il volere divino, ma da tre mesi (dal Giubileo indetto nell'anno 1300) ha fatto salire tutti coloro che l'hanno chiesto. Dante prega poi Casella di eseguire un canto per confortarlo della fatica del viaggio e il musico intona la canzone Amor che ne la mente mi ragiona dello stesso Dante, commentata nel III Trattato del Convivio. La dolcezza del canto rapisce Dante, Virgilio e tutte le altre anime, ma d'improvviso giunge Catone che li rimprovera aspramente e li accusa di pigrizia, esortandoli a correre al monte per iniziare a purificarsi dal peccato. Le anime corrono via precipitosamente e Casella non ricompare più nel poema.

 

 

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

 

GruppoIdPublicWhiteCompletoGimp