Castel San Giorgio: vandalizzate le targhe di Falcone e Borsellino, vergogna in città

12 Gennaio 2017 Author :  

Erano tra le sterpaglie, fatte a pezzi, distrutte. Le targhe dei magistrati Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e del giornalista Giuseppe Fava - che si trovavano nel giardino della memoria dedicato alle vittime innocenti delle mafie, in Largo Onorato a Castel San Giorgio,- sono state vandalizzate da ignoti. Le targhe sono state divelte dagli alberi dov'erano affisse e irrimediabilmente danneggiate. Manca quella dedicata al giudice Rosario Livatino di cui non vi è traccia. Le targhe - che nel complesso sono 18 - si trovavano, appunto, nel Giardino della Memoria inaugurato lo scorso novembre. Quelle distrutte - che erano affisse agli alberi di un'area verde data in gestione dal comune di Castel San Giorgio all'Istituto scolastico Profagri, che la cura in collaborazione col presidio di Libera "Marcello Torre" - sono state ritrovate nelle vicinanze del giardino.

DICHIARAZIONE ANNA GAROFALO, LIBERA - Sapevamo che non sarebbe stato facile ma speravamo che non sarebbe successo. Invece è successo anche qui da noi. Il solito o i soliti imbecilli di turno hanno provveduto vigliaccamente a distruggere alcune targhe installate nel giardino della legalità messo su dai ragazzi del Profagri e dal presidio di Libera "Marcello Torre" di Castel San Giorgio inaugurato lo scorso novembre. Le immagini dei volti di Falcone, Borsellino, Fava e Livatino distrutte, vandalizzate, scomparse.Un gesto inutile quanto esecrabile. Inutile perchè se qualcuno in questo modo ha pensato di scoraggiarci, ha fatto un grave errore. Quelle targhe saranno rimesse. La memoria di chi ha sacrificato la propria vita per costruire verità e giustizia sarà raccontata mille e mille volte ancora, gridata in tutti i luoghi possibili e in ogni occasione perché nessuno possa più dimenticare e in tanti, sempre di più, possano condannare atti indegni come questo di Castel San Giorgio. Noi ripartiamo con rinnovato impegno sempre più convinti di essere dalla parte giusta. E agli autori di questa che mi auguro sia stata solo una bravata, rivolgo l'invito ad essere con noi quando saranno risistemate le targhe per provare la gioia del costruire insieme e alla luce del sole invece di distruggere da soli, al buio, all'ombra della paura e della vergogna.

Noi non ci fermeremo, non ci fermeranno.

 

 

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

 

GruppoIdPublicWhiteCompletoGimp