Salerno. Confermata la condanna per Persico

08 Marzo 2018 Author :  

Un anno di reclusione per detenzione di 93 bombe carta. I giudici della Corte di Appello di Salerno hanno confermato la condanna e la pena a carico del 58enne Ciro Persico. I giudici dei secondo grado hanno confermato la sentenza dei colleghi di primo grado a carico del boss del centro storico. L’uomo, fu arrestato la notte di Capodanno del 2016 dagli uomini della Questura di Salerno. Nel corso di un controllo fu sorpreso con le 93 bombe carta detenute nel suo appartamento del centro storico cittadino.

L'arresto

A seguito dell’arresto l’uomo, raccontò al giudice per le indagini preliminari Elisabetta Boccassini che «quei botti ritrovati nella mia abitazione dalla Polizia erano per onorare la memoria di mio figlio Enzo, ammazzato in strada». Enzo, noto con l’appellativo di “Coca Cola” venne ucciso a Montecorvino Rovella nel 2014 dove era ai domiciliari. Il 27enne fu freddato da killer senza pietà. Successivamente all’arresto, a Ciro Persico furono concessi i domiciliari. I giudici di primo grado condannarono il 58enne ad un anno. Pena che è stata confermata l’altro ieri dai giudici della Corte di appello di Salerno.

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2