Salerno. Società segrete e falso dossier: condannati Sica & Co

17 Marzo 2018 Author :  

Costa 10 mesi di reclusione ad Ernesto Sica, sindaco di Pontecagnano ed ex assessore regionale, il falso dossier ai danni dell’ex governatore della Campania Stefano Caldoro, prodotto insieme a Nicola Cosentino. Stessa condanna, per diffamazione e violenza privata, per l’ex sottosegretario di Stato. Entrambi dovranno risarcire anche Caldoro della somma simbolica di un euro, oltre ad accollarsi le spese processuali. Il falso dossier ai danni di Caldoro è solo uno degli episodi contestati nell’ambito del processo sulla P3 che si è concluso in primo grado anche con la condanna di Flavio Carboni a sei anni e sei mesi e di Arcangelo Martino a quattro anni e nove mesi.

Le accuse

Entrambi sono accusati di aver costituito una associazione, la P3, in violazione della legge Anselmi sulle società segrete. Nel processo era stato trascinato anche Denis Verdini assolto dall’accusa relativa alla P3 ma condannato per finanziamento illecito al partito. Diciotto persone erano finite a processo nel 2012, e la maggior parte dei reati contestati sono oggi prescritti, come l'abuso d'ufficio contestato a Ugo Cappellacci di Forza Italia, all'epoca dei fatti presidente della Regione Sardegna. Tra i condannati, l'ex primo presidente della Cassazione Vincenzo Carbone (2 anni per abuso d'ufficio), l'ex presidente Arpa Sardegna, Ignazio Farris (un anno e 10 mesi per corruzione) e l'ex presidente del consorzio Tea, Pinello Cossu (un anno e 10 mesi per corruzione). Al gruppo veniva attribuita "la realizzazione di una serie indeterminata di delitti di corruzione, abuso d'ufficio, illecito finanziamento dei partiti, diffamazione e violenze private".

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

 

GruppoIdPublicWhiteCompletoGimp