Angri. Manifestazione omofoba sostenuta dal vicesindaco D'Ambrosio: Arcigay Salerno insorge

15 Maggio 2018 Author :  

Dopo l'annuncio del convegno "Perchè non mi definisco gay", promosso dal vicesindaco di Angri, Giuseppe D'Ambrosio, a cui parteciperà il Vescovo della diocesi Nocera - Sarno Giuseppe Giudice, in programma per martedì 29 maggio alle ore 18 alla cittadella della Carità, insorge l'Arcigay Salerno. “Chiederemo ufficialmente conto al Sindaco di Angri - scrivono nella nota i rappresentanti salernitani - di quanto sta accadendo nella sua città. Una città in cui il vicesindaco promuove una manifestazione di evidente stampo omofobico, scorretta e lesiva della dignità delle persone, prima ancora che dei diritti e delle uguaglianze delle persone gay, lesbiche e trans – così a caldo Francesco Napoli, Presidente Arcigay Salerno all’annuncio della manifestazione che si terrà il prossimo 29 maggio ad Angri dal titolo Perché non mi definisco gay voluta da diverse realtà ecclesiali della città dell’agronocerino.“Una manifestazione che intende veicolare messaggi e contenuti che da decenni oramai la comunità internazionale e l’Ordine degli Psicologi ha bollato come scorretti, ingannevoli e lesivi delle più elementari regole di rispetto per l’altro – ha proseguito Napoli.
Ospite dell’evento sarebbe Daniel Mattson, autore di un testo che richiama con evidenza le teorie riparative che le frange più estreme del cattolicesimo continuano a divulgare insieme all’idea dell’omosessualità come peccato, dei comportamenti omosessuali come un fatto da sublimare nella castità.
“le pratiche e le teorie riparative sono un vero e proprio abuso, un lavaggio del cervello per così dire, una violenza perpetrata ai danni delle ragazze e dei ragazzi gay, lesbiche, bisessuali e transessuali. E non solo – ha spiegato Francesco Napoli – sono il modo attraverso cui si fomenta la discriminazione e si distruggono famiglie usando spregevolmente presunti precetti e dettami religiosi. Un qualcosa di orribile che genera dolore immenso e che va fermato. Ci mobiliteremo, come è ovvio, contro tutto questo e soprattutto contro il fatto che esponenti di una amministrazione comunale, una istituzione laica, si siano resi protagonisti e si vantino di una manifestazione del genere – ha detto ancora il Presidente di Arcigay Salerno. Ma la più bella risposta a tutto questo odio, a chi vuole dividere e seminare discriminazione, saranno i colori dell’uguaglianze, degli affetti e della dignità che sfileranno nelle prossime settimane nelle città campane in occasione dei Pride che si terranno dal 26 maggio prossimo a Salerno e fino al Pride Regionale di Pomepei il 30 giugno e quello di Napoli del 14 luglio. Ci saranno eventi ad Avellino il prossimo 17 maggio ed a Caserta il 16 giugno. Finchè nelle nostre città, nei nostri quartieri e nelle nostre strade ci sarà chi semina odio, la nostra risposta sarà sempre più forte, non violenta e colorata – ha concluso Francesco Napoli.
Dichiarazioni anche da Agedo Napoli che con Carmela Smaldone, presidente dell’associazione e cittadina di Angri, ha commentato la manifestazione. “Sono addolorata come cittadina e come madre, non solo come madre Agedo. Far crescere i nostri figli, tutti i figli, in un territorio ostile, non tutelante, in cui si associa l'omosessualità alla malattia e al dolore significa commettere un gravissimo errore. Questa è la settimana di lotta contro l'omofobia e di omofobia si muore. Insegniamo ai ragazzi il rispetto verso loro stessi, la bellezza delle differenze e il diritto all'amore. Una figura istituzionale, un vicesindaco, dovrebbe promuovere il rispetto reciproco, essere in dialogo. Aspettiamo una risposta.”
Intanto a Salerno anche grazie al supporto dell’amministrazione comunale, fervono i preparativi per il programma del SalernoPride2018 che è stato pubblicato nei giorni scorsi. Una tre giorni di dibattiti, eventi, musica e spettacoli che si concluderà con il corteo del 26 maggio alle ore 19,00 sul lungomare cittadino".

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2