Scafati/Angri. Morì insieme ai gemellini che portava in grembo, presto la sentenza

21 Maggio 2018 Author :  
La sentenza per la morte della 25enne di Angri, Maria Rosaria Ferraioli, deceduta all’ospedale di Scafati la sera del 24 aprile 2011, insieme ai suoi due gemellini che erano in procinto di nascere è prevista per il prossimo 14 giugno. Il pubblico ministero ha chiesto la condanna a 2 anni di reclusione per 4 medici imputati e l’assoluzione per un quinto, il ginecologo di famiglia, Michele Mastrocinque. Quelli che rischiano la condanna per il reato di aborto colposo - solo per il decesso dei due feti sono Michele Piscopo, Raffaele Molaro, il chirurgo Attilio Sebastiano e Vincenzo Centore, ginecologo dell’ospedale Mauro Scarlato. Per la seconda accusa, omicidio colposo, è stata chiesta l’assoluzione per tutti gli imputati. Il reato è collegato al solo decesso di Maria Rosaria Ferraioli. Per il pubblico m inistero, non sarebbero emerse prove sufficienti a ritenere i medici colpevoli della morte della giovane. Una tesi contestata dalla parte civile.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

 

GruppoIdPublicWhiteCompletoGimp