Scafati. Aliberti incastrato dalla Paolino: svela ad un'amica il malore usato come escamotage per uscire

20 Giugno 2018 Author :  

SCAFATI - Il malore di Pasquale Aliberti sarebbe stato “concordato”secondo quanto emerge dalle intercettazioni effettuate dalle forze dell’ordine nel periodo di detenzione ai domiciliari a Roccaraso dell’ex sindaco di Scafati. A darne notizia il quotidiano Le Cronache. Ad essere intercettati sono soprattutto il fratello Nello e la moglie Monica Paolino, consigliere regionale. In una intercettazione telefonica il consigliere regionale Monica Paolino rassicura un’amica che chiede notizie in merito alla notizia appena diffusasi circa il malore che aveva accusato il marito che lo aveva costretto a fare ricorso alle cure dei medici dell’ospedale di Roccaraso prima e dell’Aquila poi, spiegò che so trattava di un escamotage rafforzativo, probabilmente motivare una eventuale richiesta di avvicinamento. Ma i medici dell'ospedale dell’Aquila lo avevano probabilmente inteso. Ad allertare il 118 e successivamente i carabinieri di Roccaraso era stato il fratello Nello il quale segnalava che il fratello aveva fatto un abuso di farmaci, nello specifico di tranquillanti, e per tale motivo aveva avvertito un malore, ma non si capiva nemmeno coma faceva a saperlo visto che non poteva comunicare con lui. Spesso Aniello Aliberti per poter conversare ha utilizzato il cellulare di uno dei genitori. Nello specifico – sempre secondo quanto sarebbe emerso dalle intercettazioni riportate da Le Cronache - Nel corso di una conversazione telefonica Nello Aliberti chiede all’interlocutore se ha chiesto all’avvocato in che modo un referto di “ipotesi di avvelenamento volontario” avrebbe potuto danneggiare la professione di medico ma aveva avuto delle buone rassicurazioni in questo senso. Da quello ascoltato, sembrerebbe che ad accompagnare a Roccaraso i genitori dell’ex sindaco sia sempre Carlo Vitiello, autista della coppia di coniugi. Il 20 febbraio del 2018 a bordo della Smart di Nello Alberti viene intercetatta una conversazione tra Nello e Carlo Vitiello consegna ad Aliberti una lettera che gli avrebbe inviato il fratello il quale, sempre attraverso l’autista dei genitori, chiede l’acquisto di un telefono cellulare. Inoltre, sempre dalle intercettazioni emerge che Vitiello aveva con sé altre missive firmate da Pasquale Aliberti indirizzate tra gli altri a Giovanni Cozzolino, Monica Paolino (moglie dell’ex sindaco), Eduardo D’Angolo ed altri fedelissimi. Sarebbero state lettere di ringraziamento. Sono questi quindi alcuni dei motivi che hanno spinto la Procura di Nocera ad arrestare di nuovo Angelo Pasqualino Aliberti, per i giudici, il suo posto è in cella.

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2