San Marzano, coltellate in villa: condannato

21 Luglio 2018 Author :  

Quattro anni e dieci mesi per Clemente Mandile, l’accoltellatore di S.G., raggiunto da un fendente durante una lite: la sentenza è stata pronunciata dal gup del Tribunale di Nocera. Il giovane nel corso dell'interrogatorio si era difeso spiegando che era intervenuto per restituire un telefono cellulare che, stando alla sua versione dei fatti, S.G. aveva preso ad un ragazzino, all’interno della villa comunale cittadina. In prima battuta il gip Alfonso Scermino, dopo l’interrogatorio, aveva disposto per lui gli arresti domiciliari liberandolo dal carcere dov'era stato recluso subito dopo i fatti, con la cattura da parte dei carabinieri della locale stazione. L’episodio si era svolto nella villa comunale di San Marzano il 4 marzo scorso, quando l'indagato era con un gruppo di amici e ad un certo punto, secondo la sua ricostruzione, aveva notato S.G. prendere un telefono caduto a terra, direttamente dalla tasca di un gruppo di ragazzini. Da lì l’imputato avrebbe poi avvertito il proprietario, spiegandogli di poter risolvere tutto perché sapeva chi era stato. L’iter giudiziario era arrivato al decreto di rito immediato, con la successiva richiesta di rito alternativo presentata dalla difesa. La sentenza emessa in abbreviato ha dimezzato la richiesta pena presentata dalla Procura: Mandile è stato condannato a 4 anni e 10 mesi.

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2