Stampa questa pagina

L’ex Stir ha sei giorni di autonomia, rischio emergenza

09 Luglio 2018 Author :  
Altri sei giorni d’autonomia. Al tmb di Battipaglia scatta il conto alla rovescia: mancano 144 ore alla completa saturazione dell’impianto. Una piattaforma, l’ex stir di via Bosco II, che si ritrova a dover prendere più di quel che riesce a mandar fuori. C’è una cifra segnata in rosso sui carteggi adagiati sulle scrivanie di EcoAmbiente: c’è scritto 1.200. Tante sono le tonnellate che mancano alla saturazione della piattaforma, e soltanto i tecnici della A2A, l’azienda che gestisce il termovalorizzatore d’Acerra, possono salvare gli operai della società provinciale. Ma i primi di luglio, all'interno del termovalorizzatore partenopeo si blocca una delle tre linee: ferma, in manutenzione, fino alla fine del mese. E all’interno dell'impianto di Battipaglia aleggia nuovamente lo spettro dell'emergenza rifiuti. Per ora, sul selciato delle vie salernitane, gli effetti della crisi s’intravedono soltanto in alcuni comuni.

Articoli correlati (da tag)