San Marzano: investì e uccise un uomo, poi fuggì e un altro fu accusato. Inchiesta scopre la verità

02 Gennaio 2019 Author :  

Investì e uccise un uomo, poi fuggì dal luogo dell’incidente. Per tutelarlo, il suo datore di lavoro avrebbe spinto uno dei suoi dipendenti dai carabinieri per autoaccusarsi dell’incidente: dopo le indagini si potrà finalmente inchiodare l’autore, quello vero, alle sue responsabilità. Il caso è quello della morte di Michele Cavallaro, un 68enne di Pagani morto a San Marzano sul Sarno, il 12 ottobre 2012. Nelle scorse settimane, nell’aula monocratica dove si sta celebrando il processo nei confronti di cinque persone, il giudice ha ascoltato la testimonianza della polizia municipale che quel giorno intervenne sul posto. Nell’esporre il lavoro investigativo, i caschi bianchi hanno affermato di aver trovato all’interno del camion un borsello, con dentro la carta d’identità e il telefono cellulare dell’uomo che guidava il camion. Le indagini ricostruirono, invece, che alla caserma dei carabinieri si era presentato un autotrasportatore, che dichiarò di essere il responsabile della morte del 68enne. E le cui generalità non combaciavano con quelle trovate all’interno del camion. Le accuse sono, oltre che di omicidio colposo e omissione di soccorso, anche di favoreggiamento e calunnia per gli altri indagati. Secondo la procura di Nocera Inferiore, l’intento della titolare della ditta del mezzo coinvolto, era di evitare conseguenze per la sua azienda, visto che il giovane dipendente guidava senza patente. Ora il vero colpevole è finito sotto accusa.

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2