Processo Sarastra. Loreto jr conferma in aula: "Il Clan appoggiò Aliberti e la Paolino". Coppola accusa Aliberti

21 Marzo 2019 Author :  

Patto politico – malavitoso, Alfonso Loreto jr conferma in aula: “Appoggiamo Pasquale Aliberti per entrare negli appalti pubblici”. Alfonso Loreto jr era uno dei testimoni più attesi al processo nei confronti dell’ex sindaco di Scafati Pasquale Aliberti ed ha confermato le attese. Alfonso Loreto in aula durante il processo ‘Sarastra’, che si sta celebrando dinanzi ai giudici del Tribunale di Nocera Inferiore, ha ripercorso la storia del suo clan gestito insieme a Gennaro e Luigi Ridosso ed ha ribadito le accuse già ampiamente riportate nei verbali di interrogatorio. Durante le elezioni del 2013 ci fu un patto per far eleggere un politico che rispondesse alle loro esigenze per ottenere appalti nella pubblica amministrazione scafatese e nel 2015 il clan si convinse a dare appoggio politico a Monica Paolino, moglie di Aliberti e candidata alle Regionali. Sull’incontro con Aliberti, Alfonso Loreto jr, spiega: “Andarono a trovarlo Raffaele Lupo, ex consigliere comunale, e Andrea Ridosso. Io non potevo muovermi, ero ai domiciliari. Dopo l’incontro mi dissero che Aliberti aveva piacere del nostro appoggio. Però ci disse che la candidatura di Andrea era inopportuna per il nome ‘pesante’. Meglio una persona pulita, per questo scegliemmo Roberto Barchiesi, per la lista “Grande Scafati””.
A confermare tutto, anche, l’ex presidente del consiglio comunale Pasquale Coppola, altro teste chiave della Procura. Coppola, ex alleato di Aliberti, poi diventato avversario politico, è imputato in procedimento connesso, anch'egli indagato per scambio di voto politico-mafioso, per le elezioni regionali del 2015. Coppola che ha dato del 'mistificatore della realtà ad Aliberti' ed ha più volte chiarito di non aver scelto di lasciare la maggioranza ma di 'essere stato cacciato dall’ex sindaco'. Ha spiegato, inoltre le sue vicissitudini politiche anche riguardo all'appoggio che Dario Spinelli, gli offrì nelle elezioni del 2015 in cambio di una somma di danaro, 2mila euro, che il candidato avrebbe dovuto versare. Coppola ha sostenuto di aver rifiutato l'offerta di aiuto ma di aver successivamente regalato a Spinelli dei biglietti gratis per le giostrine, biglietti inviati insieme al materiale elettorale che lo riguardava. Durante il controesame l'ex presidente del Consiglio ha ammesso di aver partecipato ad una riunione elettorale, organizzata da Spinelli, oggi pentito, nelle palazzine popolari di Scafati 'una riunione organizzata anche da altri alla quale c'erano circa 15 persone' ha sottolineato Coppola.

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2