La domanda ESTA e i social media

06 Dicembre 2018 Author :  

I viaggiatori dei paesi del Programma di esenzione da visto che compilano il documento elettronico online per il sistema di autorizzazione di viaggio (ESTA) incontreranno ora un campo che chiede informazioni sui loro account di social media. L’elemento del modulo online elenca le piattaforme Facebook, Google+, Instagram, LinkedIn, Twitter e YouTube. È previsto uno spazio aggiuntivo in cui i richiedenti possono inserire i nomi degli account dei siti pertinenti. Questa modifica al processo ESTA è stata implementata dalla Dogana e polizia di frontiera degli Stati Uniti (CBP) alla fine del 2016. A questo punto, fornire una risposta alla domanda sui social media è indicato come “facoltativo” e i portavoce del CBP hanno affermato che alle persone che non forniranno informazioni sull’account non sarà vietato l’ingresso negli Stati Uniti.

Sicurezza vs. libertà civili

La nuova politica è parte degli sforzi compiuti dai funzionari di Washington per migliorare la capacità di identificare e negare l’ingresso a persone che hanno legami o simpatia per gruppi terroristici. Tuttavia, questa misura è stata respinta da varie organizzazioni americane per le libertà civili. L’American Civil Liberties Union e il Center for Democracy and Technology hanno espresso il timore che la richiesta di informazioni sugli account di social media apra la porta al fatto che le agenzie governative possano accedere a enormi quantità di dati online, comprese informazioni molto sensibili su identità personale, comunità, credenze e opinioni.

Michael W. Macleod-Ball, capo dello staff dell’ufficio di Washington dell’American Civil Liberties Union, osserva che “Ci sono pochissime regole su come tali informazioni vengano raccolte, conservate [e] diffuse ad altre agenzie e non ci sono linee guida per limitare l’uso del governo di tali informazioni.” E anche se a questo punto le domande sono facoltative, i difensori delle libertà civili ritengono che la maggior parte dei visitatori sarà portata a rispondere piuttosto che rischiare di essere sospettata. Un’altra preoccupazione è la possibilità che i paesi con molto meno protezioni delle libertà civili rispetto agli Stati Uniti seguiranno l’esempio americano nel richiedere informazioni sugli account di social media e, così facendo, metteranno a rischio i viaggiatori.

Cosa significa questa politica per i viaggiatori ESTA?

Oltre alle preoccupazioni con la domanda ESTA, i viaggiatori di qualsiasi paese, indipendentemente dallo status di ESTA o VWP, devono essere consapevoli del fatto che gli potrebbero essere chieste informazioni sull’account di social media ad un posto di controllo di frontiera degli Stati Uniti. Il rifiuto di fornire le informazioni non può comportare il rifiuto di ingresso, ma potrebbe essere motivo di ulteriori domande e ritardi. I viaggiatori devono inoltre tenere presente che il personale della Polizia di frontiera può porre domande sull’uso dei social media semplicemente come strategia per permettere di entrare in un ulteriore dialogo con, e la valutazione di, potenziali nuovi richiedenti ingresso negli Stati Uniti.

A questo punto, a meno che non siano stati coinvolti in attività criminali o altre attività poco chiare, i viaggiatori con un’ESTA USA non devono preoccuparsi del loro contesto di utilizzo dei social media. Tutti i visitatori degli Stati Uniti dovrebbero tenere presente che, sebbene gli USA abbiano i loro difetti, sono comunque un leader mondiale in termini di preoccupazione e protezione per i diritti, le libertà e la privacy delle persone. La possibilità che vengano causati danni o problemi ai viaggiatori che utilizzano il visto ESTA in buona fede è molto bassa e le nuove politiche non dovrebbero essere motivo di disonestà nel compilare il modulo ESTA o di modifica dei programmi di viaggio.

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2