La Russia al voto: exit-poll, Putin trionfa con il 73,9%

19 Marzo 2018 Author :  

In Russia Vladimir Putin trionfa con il 73,9% dei voti nelle presidenziali, venendo così eletto per la quarta volta per un mandato di sei anni: lo dicono gli exit poll pubblicati dal centro demoscopico statale Vtsiom con un campione di oltre 160mila persone, 55% donne e 45% maschi.
Al secondo posto, come previsto, il candidato del partito comunista Pavel Grudinin con l'11,2%. Seguono il nazionalista Vladimir Zhirinovsky con il 6,7%, Ksenia Sobchak con il 2,5%, Grigory Yavlinski con l'1,6%, Boris Titov con l'1,1%, Serghei Baburin con l'1% e Maxim Suraikin con lo 0,8%.
L'affluenza alle urne è stata indicativamente attorno al 63,7%, secondo i dati Vtsiom riferiti dalla Tass, che ne cita il direttore, Konstantin Abramov.

Per quanto riguarda i dati reali, Putin è in testa nelle presidenziali russe con il 72,53% dei voti quando è stato scrutinato il 25% delle schede, rende noto l'agenzia Ria Novosti.

'Sono sicuro che il programma che ho suggerito al Paese sia quello giusto', spiega il presidente uscente. Quasi 111 milioni gli aventi diritto al voto in patria, ed 1,8 milioni all'estero. Quasi 100 mila seggi, distribuiti su 11 fusi orari. Accuse a Kiev: 'Sta impedendo ai russi presenti in Ucraina di andare a votare nell' ambasciata o nei consolati'. Crimea al voto per la prima volta 4 anni dopo l'annessione, ci sono 43 osservatori internazionali. Stasera gli exit poll.Aperte le urne in Russia per le elezioni presidenziali. L'annessione della Crimea ha fatto aumentare a dismisura la popolarità dello zar e le tensioni con l'Occidente sono state sfruttate dalla propaganda del Cremlino per compattare i russi attorno al loro presidente. Stando a un recente sondaggio del centro demoscopico statale Vtsiom, Putin dovrebbe ottenere tra il 69 e il 73% dei voti.

'L'Occidente ci attacca, votiamo per Vladimir' - Putin a vele spiegate verso altri sei anni da presidente della Russia. Anche nel seggio elettorale 1243 di 'Sokolinaia Gorà', un quartiere orientale di Mosca, la maggior parte delle persone ha votato per mantenere al Cremlino l'attuale leader russo. E non pochi rimarcano di aver voluto così dimostrare il proprio sostegno allo 'zar' in un momento di particolare tensione nei rapporti con l'Occidente. "Se non fosse per la situazione internazionale - ci rivela Lidia, 83 anni - avrei votato per il candidato comunista, come ho sempre fatto. Ma questa volta ho votato Putin perché americani e britannici ci attaccano su tutti i fronti, e ora ci accusano pure di aver avvelenato quella spia in Inghilterra". L'anziana Lidia si riferisce al caso dell'ex spia russa doppiogiochista Serghiei Skripal e della figlia Yulia, ridotti in fin di vita a Salisbury da un agente nervino: un delitto per il quale Londra punta il dito contro la Russia, che però nega ogni coinvolgimento. In generale, la propaganda del Cremlino, basata sulla retorica di una Russia forte e giusta ma circondata da nemici, ha fatto breccia nell'elettorato e compattato i russi attorno a Putin. "Ho votato per il nostro presidente perché abbiamo bisogno di un leader forte in un contesto internazionale così difficile", spiega Anatoli, 24 anni. "Dobbiamo dimostrare al mondo che siamo uniti. Ho scelto un presidente forte per una Russia forte", gli fa eco il 52enne Pavel ripetendo lo slogan elettorale del leader del Cremlino. "Per chi ho votato? Per un grande uomo, per un grande statista", afferma con orgoglio il giovane Aleksandr, secondo cui Putin "passerà alla storia proprio come Stalin e Pietro I".

AdMedia

bannerpostoriservto

Punto News Channel

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

 

GruppoIdPublicWhiteCompletoGimp