Sarno: #stopdegrado a Foce. "Un bidone dei rifiuti al posto del cuore...archeologico" | Il video-dossier

24 Aprile 2018 Author :  

Degrado a Foce, località di Sarno: un bidone di rifiuti al posto del cuore archeologico. In modo ironico, si ripercorre tra rifiuti e abbandono un territorio dalla forte valenza storica e culturale, completamente abbandonato a sé stesso. Erbacce, cumuli di rifiuti e lungofiume abbandonato. Per non parlare dell'area archeologica degli scavi di Foce: neanche un cartello leggibile, un cancello chiuso e erbacce e rifiuti lungo il percorso. Nessun visitatore, nessuna crescita culturale per quel territorio tanto amato e tanto dimenticato. Le telecamere di Stop degrado, in collaborazione tra Agro 24 e Punto Agro News, testimoniano quello che le comunicazioni istituzionali non dicono ma che i cittadini urlano!

La denuncia di Forza Italia

Dura la denuncia anche del consigliere comunale di opposizione Giuseppe Agovino, capogruppo di Forza Italia che ricorda quello che era “in progetto” per Foce ma che poi, l'alternanza al voto, non ha permesso di fare:
“Non c'è alcuna strategia per rilanciare il tesoro delle origini di Sarno: il teatro greco ellenistico di grosso rilievo archeologico, anche precedente al periodo pompeiano è abbandonato a sé stesso, mentre il cancello resta chiuso. - spiega Agovino – La precedente amministrazione aveva tentato la valorizzazione di questo sito creando un percorso con il museo archeologico, suscitando l'interesse delle scuole”.

Strade piene di rifiuti prima di raggiungere gli scavi

Per arrivare al sito archeologico non segnalato, le strade ricoperte di rifiuti: “Questo scenario dimostra l'attenzione per questa parte di territorio: Foce attrae gente da ogni dove specialmente nel periodo estivo per tradizione religiosa, per l'aria buona e per il panorama. Purtroppo, chi arriva qui invece trova il biglietto da visita targato Canfora. Anche il lungofiume dovrebbe essere maggiormente attenzionato, con le sue acque cristalline. Sarebbe necessario rivitalizzare il fiume e nonostante l'impegno di alcune associazioni, il risultato del mancato controllo ed interesse dimostra una totale assenza di strategia” insiste Agovino di Forza Italia.

Le proposte di Forza Italia per Foce

“Con la precedente amministrazione proponemmo l'archeo-bar per l'area archeologica: si trattava della possibilità di destinare l'area a ridosso del sito archeologico ad un settore gestito da cooperative ed associazioni locali per rilanciare con guide turistiche e eventi culturali l'intera zona, un modo per portare gente e quindi valore – spiega Giuseppe Agovino - Nei pressi del lungofiume, in estate, con l'arrivo della frescura tipica dell'area di Foce, le persone che frequentano la zona sono tantissime. Nonostante l'azione di cittadini virtuosi, noi accogliamo i visitatori del comprensorio tra erbacce e degrado. L'indifferenza delle istituzioni come il Comune, il demanio e il Consorzio di Bonifica è tantissima: bisogna ripensare a progettualità e strategie di rilancio. La nostra proposta è di potenziare l'offerta anche del parco 5 sensi ed estendere l'esperienza anche lungo il fiume con la passeggiata per renderla attrattiva per percorsi salutari”.

La stilettata al centrosinistra

Infine sul degrado e l'abbandono di rifiuti, il pressing resta alto da Agovino: “Qualche penna che ora ha incarichi dall'amministrazione, non si lasciava sfuggire in passato ogni piccolo barlume di degrado, ora invece il risultato è un territorio lasciato a sé stesso tra rifiuti speciali e non solo. Dov'è finita quella attenzione? Gli sversamenti di rifiuti purtroppo, sono un problema che riguarda non solo Foce, ma l'intera Sarno”.

Video

AdMedia

bannerpostoriservto

Punto News Channel

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

 

GruppoIdPublicWhiteCompletoGimp