Namastè - Buoni propositi e vecchi problemi, abbiate cura di voi stessi

11 Gennaio 2017 Author :  

Namastè Cari Lettori!
Stiamo vivendo l’alba di un nuovo anno! Quante aspettative, quanti propositi!
Di certo vi sarà capitato di sentire: “Anno nuovo vita nuova! Da oggi cambio tutto!”
Molti intensificano il proprio lavoro, altri si dedicano di più alla famiglia, altri ancora definiscono nuovi obiettivi da raggiungere! La nostra attenzione è rivolta all’ottenere sempre più cose e diverse tra loro, dimenticandoci dell’essenziale, molto spesso dimenticandoci di noi stessi.
Viviamo la falsa credenza che si è qualcuno di valore solo se diventiamo socialmente accettabili e corrispondiamo a ciò che gli altri si aspettano da noi.
Beh! Forse l’augurio migliore, che potrebbe davvero cambiare le nostre vite, è quello di imparare a Prendersi Cura di se stessi!
Riuscire a prendersi cura di sé è il primo passo pe vivere in equilibrio tra se stessi e il mondo. Questo viaggio non è dei più semplici, ma insieme magari possiamo iniziare da pochi passaggi:
Sii compassionevole verso te stesso!
Quanto tempo trascorriamo a criticarci, evidenziando ogni nostro più recondito difetto? Sicuramente tanto! Siamo talmente abituati a guardare i nostri difetti che se mai dovessimo soffermarci sui nostri pregi vivremo attimi di disagio e di incertezza. Non mi credete? Provateci pure: guardatevi allo pecchio e elogiate solo i vostri pregi, evitando di soffermavi sui vostri difetti.
Ci siete riusciti davvero? Non avete mai pensato a nulla di negativo? Quanto tempo è passato prima di notare qualche difetto?
Purtroppo è molto più semplice disprezzarci che elogiarci. Imparare a dare il giusto valore a noi stessi, nella nostra totalità, accettando e accogliendo amorevolmente ogni nostro aspetto, ci permetterebbe di non essere troppo rigidi, ma questo ci spaventa.
Quindi: abbi compassione di te, non giudicarti troppo severamente, sostieniti, sei la persona che di più al mondo sa cosa davvero c’è ne tuo cuore!
Inizia a dire di no!
Quante volte avremmo voluto dire di no, ma non ci siamo riusciti?
Molti di noi non riescono a negare il proprio aiuto al prossimo, alcuni perché credono che l’altro abbia la priorità assoluta, altri invece pensano che prodigarsi totalmente per l’altro garantisca loro di non essere esclusi o abbandonati. Entrambe queste motivazioni nascono dalla mancata consapevolezza del proprio valore, dei propri bisogni e dei propri desideri.
Prendersi cura di sé implica la capacità di dire finalmente NO nel rispetto dei propri ideali, desideri e bisogni.
Sii il tuo centro, e manifesta ciò che vuoi!
Lascia andare ciò che non puoi controllare.
Noi uomini cerchiamo sempre di controllare tutto!
Ci imponiamo delle mete così difficili da raggiungere, che ci mettono duramente alla prova eppure ci proviamo fino all’estremo. Non essere all’altezza è intollerabile!
Quante energie sprecate, mal indirizzate?
Avere cura di se stessi parte dall’accettare ciò che non puoi controllare, manipolare o modificare. Accettare ciò che ci circonda amorevolmente e in modo non giudicante. Riuscire a faro potrebbe essere liberatorio.
Accettare i propri limiti è liberatorio!
È come la quiete dopo la tempesta, quel preciso momento in cui si parte da ciò che si ha, apprezzandolo, e ricostruendosi più forti di prima.
Esprimere liberamente ciò che si pensa e ciò che si prova
Reprimere i propri pensieri e le proprie emozioni è come reprimere parte di noi stessi.
Quanti di noi, per tanti motivi, sono costretti a rinnegare parte di sé? A lungo andare questo modo di fare ci confonde, condannandoci alla mancata conoscenza di ciò che realmente siamo, di ciò che desideriamo e soprattutto di ciò di cui abbiamo bisogno.
Ma peggio ancora dell’incapacità di comunicare ciò che pensiamo, c’è l’incapacità di riconoscere le proprie emozioni e di conseguenza l’incapacità di comunicarle con gli altri.
Le emozioni ci spaventano… sono un terreno imprevedibile!
A volte è come essere in alto mare, passiamo il tempo ad agitarci sprecando le nostre energie, e questo ci rende ancora più spaventati e stanchi, mentre lasciarsi andare alle onde emotive, accettandole significherebbe conoscerle e riconoscersi in loro.
Manifestate ciò che provate e pensate, fatelo apertamente, nel rispetto dei vostri bisogni e delle vostre necessità e sempre nel rispetto delle libertà altrui, ma non delle loro assolute volontà!
Fai solo ciò che reputi giusto fare!
Imposizioni, regole precostituite, suggerimenti e tanto altro!
Un vero “bombardamento psichico” che ognuno di noi subisce dalla nascita!
Riuscire a sviluppare una propria visione delle cose è difficile, spesso è più facile adeguarsi “è così che fanno tutti!!”
Prendersi cura di sé significa sviluppare la capacità di mettere in discussione quei dettami imposti, e capire fino a che punto essi rappresentino anche la propria volontà.
È vero non è semplicissimo, ma la gioia di riuscire a riconoscersi anche attraverso le proprie azioni è basilare per autodefinirsi come individui a sé stanti, uniti agli altri, ma con una propria volontà.
Quindi, fate, agite, sbagliate, provateci e riprovateci, la consapevolezza di se stessi passa attraverso un viaggio colmo di prove ed errori, attraverso la messa in discussione di ogni cosa, anche di sé se ciò occorre a vivere meglio e sereni.
Amati
Ama i tuoi nei, i tuoi difetti.
Ama le tue doti.
Ama le tue contraddizioni e le tue difficoltà.
Ama le tue fragilità, perché non si può rinascere se non si convive serenamente con le proprie vulnerabilità.
Perché l’amore per l’altro dona vita, ma l’amore per se stessi è vita!
Prendersi cura di se stessi passa attraverso questi pochi passaggi. È un viaggio che implica l’aver cura di ciò che si pensa, di ciò che si prova, di quello che si fa… di quello che siamo nella nostra totalità!
Questo è l’augurio che la Rubrica Namastè, che mi vede come curatrice, vuole fare ad ognuno di voi.
Che tra i propositi per il nuovo anno abbiate in primis la Cura di voi stessi!
“Sii vulnerabile, consenti a te stesso di essere aperto, sensibile e autentico. Lascia che le emozioni fluiscano, piangi e ridi liberamente, senza filtri”
Namastè

Dottoressa Raffaella Marciano
Curatrice Rubrica Namastè
Psicologa - Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Studio di Consulenza Psicologica e Psicoterapia, Corso Amendola 71 Sarno.

 

 

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178