Stampa questa pagina

Scafati, morte in corsia: indagati due medici | I nomi

14 Marzo 2016 Author :  

SCAFATI. Muore per un sospetto caso di malasanità, Raffaele Granata, il figlio del presidente di Scafati Solidale Andrea: indagati i due medici di turno al pronto soccorso dell'ospedale di Nocera Inferiore lo scorso sabato. Si tratta di Andrea Inserra, anche lui ex consigliere comunale di Scafati (nello stesso periodo in cui era consigliere Andrea Granata) e Massimo Vicidomini di S. Egidio del Monte Albino. Il 38enne - difeso dall'avvocato Vittorio D'Alessandro - è morto sabato pomeriggio intorno alle 17 all'ospedale di Nocera Inferiore dove si era recato con la sua auto perchè aveva avvertito un dolore al petto ed uno strano senso di malessere. Dopo circa 4 ore, a parte una flebo, i medici dell'ospedale di Nocera Inferiore non gli avevano ancora effettuato le cure dovute e quindi il giovane stava aspettando senza migliorare. Alla fine, è morto a seguito probabilmente di un infarto. Subito i familiari avevano denunciato l'accaduto ai carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore che hanno disposto il sequestro delle cartelle cliniche così come stabilito dal pm di turno presso il tribunale di Nocera Inferiore, la dottssa Mafalda Daria Cioncada. Sul corpo sarà effettuata domani l'autopsia. Proprio lo scorso giovedì si discuteva della situazione del pronto soccorso dell'ospedale di Nocera Inferiore dove spesso il personale è poco e male organizzato tanto da rendere necessario, venerdì, l'intervento della polizia. Oggi la notizia dell'installazione di nuovo del presidio di polizia. Il 38enne, ex dipendente della società che gestiva i parcheggi a pagamento a Pompei ed ora a Scafati, aveva un figlio di tre anni e conviveva con la coetanea Rosa in località San Pietro. 

 

 

Articoli correlati (da tag)