Salerno/Irno/Agro. Camorra, armi e droga: 33 arresti, anche ex amministratori della Nocerina/Ecco i NOMI

24 Marzo 2017 Author :  

Nelle prime ore della mattna, a Mercato San Severino, Roccapiemonte, Baronissi, Castel San Giorgio, Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Pagani, Scafati (SA) e in alcuni comuni della provincia di Napoli, i Carabinieri del Comando Provinciale di Salerno, con il supporto del Nucleo Cinofili di Sarno (SA) e del 7° Nucleo Elicotteri di Pontecagnano Faiano (SA), hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare - emessa dal GIP del Tribunale di Salerno, su richiesta di questa Procura della Repubblica - nei confronti di 33 indagati (22 o.c.c. in
carcere e 11 agli arresti domiciliari), ritenuti responsabili, a vario titolo, di “associaziane di tipo mafiosa”, “associazione finalizzata al traflico illecito di sostanze stupefacenti,
“detenzione e porto illegale di armi e munizioni“ e una molteplicità di c.d. “reati-fine” (prevalentemente estorsioni) con l’aggravante del “metodo mafiosa”. Contestualmente, sono stati eseguiti 8 decreti di perquisizione locale nei confronti di altrettante persone indagate, a vario titolo, per gli stessi reati. I provvedimenti scaturiscono da una complessa indagine awiata nel settembre 2014 e condotta dal Nucleo Investigativo del citato Comando Provinciale e dalla Compagnia di Mercato San Severino, che ha portato a cristallizzare gli assetti della criminalità organizzata nell’area a nord della provincia salernitana, accertando l’esistenza e l’operatività di un sodalizio criminale armato di nuova formazione, con base operativa nei comumi della Valle dell’Irno, promosso, organizzato e capeggiato da due soggetti già contigui al clan camorristico “FEZZA-D’AURIA PETROSINO" di Pagani, dedito principalmente alle estorsioni e al traffico e snaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, l’attivité1 investigativa, svolta attraverso metodi tradizionali supportati da attivitai tecniche e mirati servizi dinamici, resi ancor piix difficili a causa del contesto territoriale, ha consentito di documentare le responsabilitfi degli indagati in ordine:

— a plurime richieste estorsive e atti intirnidatori con finalitfi estorsive (mediante incendi, danneggiamenti, pestaggi ed esplosioni di colpi di arma da fuoco) consumati trail 2014 e
il 2016 ai danni di commercianti e imprenditori della zona, rientranti in un unico disegno crirninoso finalizzato ad acquisire ingenti somme di denaro da reinvestire nel traffico di
stupefacenti e da utilizzare peril mantenimento delle famiglie degli affiliati;
— alla gestione delle “Qiazze” di sgaccio di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti (cocaina e hashish approwigionate a Pagani, Scafati e Napoli) nei comuni di Mercato San
Severino, Roccapiemonte, Baronissi, Castel San Giorgio, Fisciano e Pagani, attraverso una fitta e organizzata rete di “pusher”;
— a guattro aggressioni violente, di cui una con esplosione di colpi di arma da fuoco, poste in essere nei confronti di “pusher” che operavano autonomamente nei predetti comuni e
non intendevano allinearsi alle regole del “sistema”, al fine irnporrc il monopolio nella gestione dello spaccio di stupefacenti;
— alla disponibilité e all’utilizzo di armi da fuoco, comuni e da guerra, tra cui anche un fucile “Kalashnikov AK-17“ complete di due caricatori con rclativo munizionamento,
rinvenuto e sottoposto a sequestro il 16.01.2015 da personals della Polizia di Stato in un fondo agricolo di un indagato. Nel corso dell’indagine, inoltre, é stato localizzato e tratto in arresto un appanenente al sodalizio, colpito da altro provvedimento restrittivo per reati associativi e sfuggito alla cattura nell’0ttobre 2014, la cui latitanza veniva favorita dal sodalizio stesso. Altre due persone sono state arrestate in flagranza e decine di assuntori di droga sono stati segnalati alla Prefettura di
Salemo, mentre sono stati sequestrati 50 gr. di cocaina e 50 gr. di hashish.

CARCERE
1. DESIDERIO Pietro 1979 di Pagani ma residente a Mercato San Severino;
2. SENATORE Vincenzo di Roccapiemonte;
3. ARENA Emanuele Filiberto 1986 di Nocera Superiore;
4. ATTANASIO Pietro 10.07.1980 di Nocera Inferiore;
5. BOVE Luigi 1983 di Roccapiemonte;
6. COPPOLA Gianbattista 1984 di Mercato San Severino;
7. DESIDERIO Antonio 1971 di Pagani;
8. FERRARA Sisto 1989 di Roccapiemonte;
9. FERRENTINO Gerardo 1985 di Roccapiemonte;
10. IZZO Michele 1962 di Mercato San Severino;
11. LIGUORI Nicola 1992 di Pagani;
12. MANDILE Francesco 1973 di Mercato San Severino;
13. ROSSI Luigi 1974 di Marano di Napoli;
14. RUGGIERO Alessio 1985 di Roccapiemonte;
15. SCIFO Rosario 1976 di Mercato San Severino;
16. SESSA Gerardo 1992 di Pagani;
17. TORINO Salvatore 1987 di Roccapiemonte;
18. VICIDOMINI Ettore 1973 di Nocera Inferiore;
19. VILLANI Biagio 1992 di Roccapiemonte;
20. VILLANI Michele 1988 di Roccapiemonte;

ARRESTI DOMICILIARI
21. ARPINO Carla 1979 di Brusciano;
22. BONAZZOLA Angela 1992 di Mercato San Severino;
23. BONAZZOLA Gianluca 1987 di Mercato San Severino;
24. CICALESE Alfonso 1979 di Pagani;
25. CUOFANO Silvio 1977 di Castel San Giorgio;
26. NOVALDI Massimo 1972 di Roccapiemonte;
27. PAGANO Pietro 1964 di Roccapiemonte;
28. PISCIOTTA Andrea Luigi 1971 di Pagani;
29. SICIGNANO Gennaro 1958 di Scafati;
30. SPISTA Giovanna 1982 di Striano;
31. VITALE Vincenzo 1963 di Baronissi.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2