Stampa questa pagina

Salerno. Fonderie Pisano, ira Codacons. Arriva un esposto alla Procura di Salerno

21 Ottobre 2017 Author :  
Fonderie Pisano arriva un esposto alla Procura di Salerno ai danni del sindaco Vincenzo Napoli. La colpa del primo cittadino sarebbe quella di non aver provveduto alla salvaguardia della salute dei cittadini lasciando lo stabilimento di via dei Greci in attività nonostante le segnalazioni dei cittadini e tutta la bagarre giuridica e amministrativa che l’ha coinvolto in questi ultimi due anni. A denunciare è il Codacons. Secondo l'ente di tutela dei consumatori, il sindaco di Salerno dovrebbe emettere un’ordinanza urgente per chiudere le Fonderie. Napoli, in più occasioni, ha affermato di avere pochi poteri in merito: una versione che non ha mai convinto né i comitati né il Codacons, alla luce anche dei rilevamenti del livello di polveri sottili da parte di alcuni cittadini, pochi giorni fa, tramite strumentazioni private. Tali sforamenti non bastano però per far scattare provvedimenti contro le Pisano. Venerdì prossimo intanto il comitato allestirà un presidio davanti la sede della Regione Campania presso il Genio civile, in via Porto, per protestare contro il silenzio del governatore Vincenzo De Luca e l’inattività del neo direttore regionale Arpac, Stefano Sorvino, accusato di aver messo in secondo piano la questione Pisano.

Articoli correlati (da tag)