Stampa questa pagina

Castel San Giorgio.Esondazione del Torrente Solofrana in località Fimiani, scuole chiuse

06 Novembre 2017 Author :  

Nella notte tra domenica e lunedì, a causa degli eventi atmosferici che hanno scatenato sull'Agro nocerino una serie di fortissimi temporali, il Torrente Solofrana, nel tratto che attraversa la frazione Fimiani di Castel San Giorgio, ha rotto gli argini e ha riversato le sue acque lungo le campagne circostanti. Intorno alle 3 della notte appena passata, sul luogo sono intervenuti gli uomini della protezione civile comunale ed è stato immediatamente attivato il Coc per gli interventi di massima urgenza, insieme con i Vigili Urbani, i Carabinieri della stazione di Castel San Giorgio, e i Vigili del fuoco. Fortunatamente la zona non è densamente popolata e i residenti sono stati tutti immediatamente allertati e soccorsi con ogni mezzo. Il primo cittadino, Paola Lanzara, alle quattro di questa mattina, dalla sede comunale, ha provveduto ad emanare l'ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado su tutto il territorio comunale per evitare qualsiasi tipo di intralcio all'intervento dei soccorritori e dell'Ufficio tecnico comunale. Gli assessori comunali Franco Longanella e Giuseppe Alfano stanno presidiando il territorio per far fronte all'ennesima emergenza mentre le prime stime che arrivano agli uffici parlano di danni per centinaia di migliaia di euro sia alle civili abitazioni che alle colture della zona.
Il Solofrana ha rotto gli argini per una lunghezza di circa 30 metri in una zona dove qualche anno fa fu già effettuato un intervento di messa in sicurezza per lo stesso problema.
“La nostra attenzione è massima – ha spiegato la sindaca Paola Lanzara - e stiamo convogliando sulla zona tutte le nostre forze disponibili per mettere in sicurezza l'area, coscienti che le previsioni meteo non sono certo dalla nostra parte. Le scuole resteranno chiuse sicuramente oggi, domani decideremo se è il caso che le lezioni riprendano o se l'emergenza possa considerarsi superata almeno per questo aspetto. Al momento, da un lato monitoriamo il corso del Solofrana, dall'altra stiamo già provvedendo ad avviare i lavori di ripristino degli argini”.

Articoli correlati (da tag)