Stampa questa pagina

Salerno. Blitz e controlli nell'impianto crematorio del cimitero

30 Novembre 2017 Author :  
Sigilli, da parte dei carabinieri del Noe, al crematorio di Montecorvino Pugliano. Lunedì mattina i militari del nucleo operativo ecologico, con il supporto logistico dei colleghi della compagnia di Battipaglia, hanno eseguito il provvedimento per verificare l'eventuale esistenza di fumi inquinanti e il corretto smaltimento dei rifiuti: evidentemente gli investigatori vogliono capire fino in fondo dove e come vengono trattate le ceneri. E, ancor prima, le salme che accedono nell'impianto. Non è escluso che, durante l'ispezione del Noe, sia stato verificato il funzionamento dei filtri. In seguito al blitz di lunedì l'impianto, ubicato in località Gallara nel perimetro del cimitero comunale, ha continuato a funzionare fino alle 17 di martedì (evidentemente per smaltire il lavoro già programmato) poi più nulla. Un anno fa era stato il sindaco Gianfranco Lamberti, alcuni mesi dopo l'insediamento a palazzo di città, a chiedere agli organi preposti la verifica di tutte le procedure tese a tutelare il rischio di inquinamento ambientale e le modalità di esecuzione del processo di cremazione: la lettera il sindaco la inviò ad Asl, Arpac, Prefettura, Procura e Noe.

Articoli correlati (da tag)