Stampa questa pagina

Sarno. Incendio sito di stoccaggio, Angrisani, Villani e Cammarano (M5s): "No alla riapertura"

02 Aprile 2020 Author :  

Angrisani, Villani e Cammarano: “No alla riapertura della Polyurethan Recycling Technology s.r.l”. 
Dopo la chiusura disposta dal sindaco Giuseppe Canfora, a seguito dei rilievi Arpac, l'azienda potrebbe a breve ricevere il nullaosta da parte della Regione Campania e degli altri organi preposti.

“I dati dei rilievi Arpac nella zona, anche a distanza di diversi giorni, hanno evidenziato, per diossine e furani, un valore di concentrazione superiore a quello di riferimento. Inoltre, vi sono ad oggi una serie di criticità e perplessità sul rispetto dell'autorizzazione per l'attività del trattamento dei rifiuti da parte della ditta, per cui si attende la risposta dell'indagine aperta dai Carabinieri – dichiara la Deputata Virginia Villani – Fino a quando l'indagine non sarà chiusa e finchè non saranno accertate tutte le responsabilità, chiediamo la sospensione dell’attività, in attesa degli accertamenti e delle valutazioni necessarie a garantire la tutela dell'ambiente e della salute pubblica”.

“La notizia del dissequestro e della riapertura del sito di stoccaggio, recentemente oggetto di incendio nell'area Pip di Sarno, mi lascia molto perplessa. Chiedo agli organi competenti maggiori approfondimenti perché è in ballo la salute dei cittadini – dichiara la Senatrice Luisa Angrisani - Bisogna far chiarezza sull'iter procedurale che ha portato al dissequestro e, soprattutto, vogliamo raccomandazioni affinchè tutto ciò che è accaduto non si ripeta. I controlli vanno estesi a tutte le aziende che svolgono analoghi servizi. La salute viene prima di tutto, l'ambiente va tutelato e la precauzione è la migliore arma anche in questi casi. La riapertura di questo sito di stoccaggio mi sembra un azzardo”.

"Abbiamo inviato una segnalazione – dichiara il consigliere Michele Cammarano - alla Direzione generale ambiente, considerata anche l'ordinanza del Comune di Sarno di valutare la sospensione dell’AIA in essere, valutando anche l’attuale permanenza nel sito dei rifiuti combusti".

Articoli correlati (da tag)