×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 695

Diffamazione mezzo stampa: carcere ai giornalisti, la parola alla Consulta

03 Giugno 2020 Author :  

Parola alla Consulta sulla legittimita' del carcere ai giornalisti condannati per diffamazione. Nell'udienza pubblica fissata per martedi' prossimo, 9 giugno, i giudici costituzionali esamineranno le questioni sollevate con due ordinanze dai tribunali di Salerno e di Bari sull'articolo 13 della legge sulla stampa (n.47/1948) e sull'articolo 595, terza comma, del codice penale. La prima disposizione censurata punisce la diffamazione a mezzo stampa consistente nell'attribuzione di un fatto determinato con la reclusione da uno a 6 anni e la multa non inferiore a 256 euro, mentre l'articolo 595, terzo comma, del codice penale punisce la "diffamazione aggravata dall'uso della stampa, di qualsiasi altro mezzo di pubblicita' o dell'atto pubblico con la reclusione da sei mesi a tre anni o la multa non inferiore a 516 euro". Secondo il tribunale di Salerno (chiamato a pronunciarsi sulla responsabilita' di un giornalista e del direttore responsabile di una testata giornalistica, il primo per diffamazione a mezzo stampa, il secondo per omesso controllo) le norme impugnate violerebbero i principi contenuti in diversi articoli della Costituzione: nell'ordinanza di rimessione, si sostiene infatti che "l'applicazione di una pena detentiva, seppure sospesa, ai reati di diffamazione a mezzo stampa", sarebbe una previsione "incompatibile, in quanto eccessiva e sproporzionata, con la liberta' di espressione" tutelata dall'articolo 10 della Cedu, oltre che dall'articolo 21 della Costituzione. Inoltre, afferma il tribunale di Salerno, prevedere una pena detentiva e' "irragionevole e sproporzionata" rispetto alla liberta' di manifestazione di pensiero tutelata dall'articolo 21 della Costituzione, nonche' "lesiva del principio di offensivita' e del principio della finalita' rieducativa della pena". Anche per il tribunale di Bari, la previsione di una pena detentiva per i reati di diffamazione a mezzo stampa sarebbe in contrasto con la giurisprudenza della Corte di Strasburgo in quanto, salvo casi eccezionali, incompatibile con la liberta' di espressione.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2