Sarno/Mercato San Severino. Crisi Cofaser, l’Amministrazione comunale per evitare il default apre all'ingresso di nuovi soci

19 Settembre 2020 Author :  

di Danilo Ruggiero 

Cofaser, l’Amministrazione comunale tenta il tutto per tutto evitare il default ed apre all'ingresso di nuovi soci, anche società farmaceutiche private. Torna in ballo a Palazzo San Francesco la questione finanziaria legata al Consorzio di Farmacie e Servizi, costituito dai comuni di Sarno e Mercato San Severino, che negli anni scorsi ha registrato passività per svariati milioni di euro. Allo stato, per il Cofaser, pende una procedura di concordato preventivo instaurata presso la sezione fallimentare del Tribunale di Nocera Inferiore con il giudice delegato Pasquale Velleca. Di recente, con la mancata omologazione del piano di ristrutturazione dei debiti e le dimissioni presentate del vecchio CdA, l 'organo collegiale al quale è affidata la gestione del Consorzio è stato ridisegnato con le nomine di Bartolomeo Citro, Concetta Annunziata e Nunziata Napolitano. L’attuale organo di gestione del Cofaser, con due note protocollate al Palazzo Municipale di Sarno, ha fatto intendere che è sua volontà predisporre un nuovo piano di ristrutturazione dei debiti da presentare ai creditori per evitare la dichiarazione di fallimento del Consorzio che gestisce sette farmacie comunali. Il CdA ha, pertanto, evidenziato la la necessità di predisporre un piano con la previsione di ingresso di nuove finanze e liquidità per coprire il debito accumulato nelle gestioni passate. L’esecutivo del Comune di Sarno, in qualità di socio del Cofaser, ha aperto a questa possibilità facendo riferimento al "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali". In pratica, secondo la Giunta municipale del sindaco Giuseppe Canfora che ha deliberato l’atto di indirizzo, è percorribile l'ipotesi di affidare la gestione delle farmacie comunali anche a società costituite attraverso il reperimento di soci privati sul mercato e con una partecipazione di capitale pubblico, anche minoritaria. Un’apertura quindi, verso le società farmaceutiche private che permetterebbe ai manager del Cofaser di immettere liquidità nelle casse. Una strategia, però, che comporterebbe una modifica dello statuto del Cofaser e che l’esecutivo del sindaco Giuseppe Canfora valuterà, previa ricognizione della situazione finanziaria del Consorzio e della percorribilità della soluzione, in sede di Consiglio comunale a Palazzo San Francesco. Sull'atto di indirizzo approvato dalla Giunta è intervenuto il segretario provinciale Cgil Fp Alfonso Rianna “Non sappiamo ancora nulla di questa scelta dell’amministrazione comunale di Sarno. Anzi, se fosse cosi, noi sindacati ci metteremo di traverso perché tutto ciò è inaccettabile. I lavoratori delle farmacie sono dipendenti pubblici a tutti gli effetti e sarebbe surreale negoziare un nuovo contratto. Tra l’altro- ha continuato Rianna- Lo stato di agitazione continua. Da quasi due mesi non abbiamo avuto più nessun incontro né con i soci né con il CdA del Cofaser. Di tale atteggiamento abbiamo anche informato il Prefetto di Salerno”.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2