Piano di Classifica "bocciato" dal Consiglio di Stato. Il Consorzio di Bonifica ora spera nella Cassazione

06 Ottobre 2020 Author :  

di Danilo Ruggiero 

Piano di classifica per il riparto della contribuendo consortile dichiarato bocciato dal Consiglio di Stato. Adesso toccherà alla Corte di Cassazione decidere. Il Consorzio di bonifica integrale comprensorio Sarno ha deciso di impugnare alla Corte di Cassazione la sentenza della Sezione Quinta del Consiglio di Stato, con cui Presidente Francesco Franigella ha stabilito che «Il Commissario non poteva adottare il piano di classifica». Nelle settimane scorse, infatti, è già avvenuta, con delibera commissariale, la nomina di un avvocato esterno per presentare innanzi alla Cassazione il ricorso avverso la sentenza del 26 giugno 2020. Il commissario straordinario, l’avvocato Mario Rosario D’Angelo, ha confermato l’impugnazione della pronuncia del giudice amministrativo “ Ci sono motivi fondati per ricorrere alla Corte di Cassazione. Il Consiglio di Stato non ha valutato l’appello del Consorzio. Abbiamo già incaricato un professionista per presentare il ricorso" ha sancito D’Angelo. Nello specifico, la vertenza è scaturita nel 2017, con i ricorsi presentati da diversi privati, dai Comuni di Montoro e Pompei e da una nota azienda conserviera di Angri, poiché, con il piano di classifica il Consorzio avrebbe applicato un sostanziale aumento delle tariffe per i contribuenti. I ricorrenti al Tar di Salerno avevano ottenuto in primo grado di giudizio l’annullamento delle delibere del Commissario straordinario del Consorzio di Bonifica Integrale Comprensorio Sarno - Bacini del Sarno, dei Torrenti Vesuviani e dell’Irno del 31 gennaio e del 3 luglio 2017, recanti l’approvazione e la presa d’atto dell’esecutorietà dell’aggiornamento del Piano di classifica degli immobili per il riparto della contribuenza consortile. Su quella decisione, il Consorzio di Bonifica aveva presentato ricorso in appello. Il Consiglio di Stato, riunitosi in Camera di consiglio nella seduta del 4 giugno scorso, però, ha stabilito che «Spetta, in particolare, al Consiglio dei delegati adottare il piano di classifica per il riparto delle spese di manutenzione ed esercizio delle opere in gestione al Consorzio, nonché delle spese generali di funzionamento». E, nel merito, ha rilevato «L’ incompetenza del Commissario straordinario preposto al Consorzio nel deliberare l’approvazione dell’aggiornamento del piano di classifica degli immobili per il riparto della contribuenza consortile». Spetterà, dunque, alla Corte di Cassazione valutare l’ammissibilità del ricorso del Consorzio di Bonifica avente sede a Nocera Inferiore. Mentre i legali dei privati sono già pronti all'ennesima battaglia giudiziaria.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2