Origo Albarella

IMG 20190515 WA0006

Sì alle uova di cioccolato, purché siano di qualità! Una piccola guida alla scelta giusta

17 Aprile 2019 Author :  

Pasqua oramai è alle porte e tra i dolci tipici di questa festa compaiono le amatissime uova di cioccolato. L’uovo è da sempre uno dei simboli più legati al meraviglioso concetto di vita, presso le civiltà pagane rappresentava il risveglio della natura, donare uova era considerato di buon auspicio per la fertilità dei terreni. Per i Cristiani acquista invece, una simbologia particolare: l’uovo non è solo vita ma raffigura la rinascita della vita oltre la morte.
Tralasciando le tradizioni che vanno senza dubbio rispettate e onorate, scopriamo insieme quali sono le innumerevoli proprietà del cioccolato.

Fondente, al latte, bianco, gianduia, arricchito di nocciole, artigianato o non, quanti sono i tipi di cioccolato presenti in commercio? Tanti e tutti con caratteristiche e composizione diversa.
La grande offerta dunque, può davvero mettere in crisi, a tal proposito ecco una piccola guida per scegliere un uovo di buona qualità.

Quali sono gli ingredienti da ricercare?

Regola numero uno: impariamo a leggere l’etichetta focalizzando la nostra attenzione sugli ingredienti che lo compongono e la varietà di cacao utilizzata.
È importante che il primo elemento in lista sia la pasta di cacao e non lo zucchero, ricordo che l’ordine degli ingredienti in etichetta non è a caso e il primo ingrediente è quello che si trova in quantità maggiore rispetto agli altri.
Gli ingredienti da ricercare in un uovo di qualità sono: burro di cacao, zucchero, gli aromi naturali tipo la vaniglia e il latte se è previsto che ci sia, meglio evitare invece, uova che contengono siero di latte, aromi artificiali  e i grassi vegetali. Specie gli oli tropicali come olio di palma o di colza.

Come valutare la percentuale di cacao?

Il cioccolato (fondente), per essere definito tale, deve contenere almeno il 35% di cacao e il 18% di burro di cacao. Per quanto riguarda il cioccolato al latte le quantità da rispettare sono: almeno il 25% di cacao e il 14% di latte. Le diciture “finissimo”, “extra” o “superiore”, indicano che il contenuto di cacao deve arrivare almeno al 43% nel caso del cioccolato fondente e al 30% nel caso del cioccolato al latte.

Qual è la tipologia di cioccolato con maggiori benefici per la salute?

Sono numerose le evidenze scientifiche che sottolineano i benefici del cacao e del cioccolato fondente nei confronti della salute, in particolare di quella cardiovascolare.
Il cioccolato fondente puro a cui sono attribuite preziose proprietà curative è costituito per almeno il 70 % da cacao. Le molecole benefiche sono i flavonoidi, quest’ultimi sono capaci di svolgere un’azione antiossidante contrastando i radicali liberi: molecole che se presenti in quantità eccessiva possono danneggiare le cellule e i loro componenti. Alcuni ricercatori hanno dimostrato come il consumo di cioccolato fondente sia associato anche a un miglioramento dell’assetto lipidico. I risultati emersi da questo studio suggeriscono che i polifenoli derivanti dal cacao contribuiscono alla riduzione del colesterolo LDL (colesterolo cattivo), ad un aumento del colesterolo HDL (colesterolo buono) e alla protezione delle lipoproteine LDL dal danno ossidativo.
Concludendo sì al consumo di uova di cioccolato purché non si ecceda e con un occhio sempre alla qualità.

Dott.ssa Maria Rosaria Lanzieri

Biologa Nutrizionista

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

AdMedia

IMG 20190515 WA0007

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2