Sarno. Crisi in maggioranza, "Insieme per Canfora": "No a girandola di poltrone

03 Giugno 2020 Author :  

Mentre Canfora cerca di nascondere a tutti i costi le beghe della maggioranza, senza riuscirci, esce fuori un documento a firma del gruppo consiliare “Insieme per Canfora”, con i consiglieri Toti Orza, Maria Manzo e Enzo Correa, che conferma quanto venuto fuori qualche giorno fa, ma che il Sindaco ha tentato in tutti i modi di nascondere sotto la sabbia.

Il documento politico dei tre consiglieri di "Insieme per Canfora"

“E' evidente a tutti che occorra dare maggiore incisività ed efficacia alla azione di governo. Ma di fronte a temi che investono innanzitutto i contenuti e il metodo di governo, noi cosa facciamo? In questo momento, non abbiamo bisogno di una girandola di poltrone, ma di proposte, idee e soluzioni; la legge affida al sindaco pieni poteri sulla composizione della giunta ed è corretto rispettare il suo spazio, ma ci chiediamo che fine abbiano fatto la rappresentanza politica della maggioranza, il voto amministrativo e le competenze. Ci chiediamo soprattutto chi sta decidendo per davvero il nuovo assetto dell’amministrazione comunale di Sarno. Temiamo che si profili realmente il rischio di un’occupazione delle istituzioni e di un loro utilizzo da parte di qualcuno che non ha il mandato dei cittadini. Quella a cui stiamo assistendo è un’azione miope e non certo di rinnovamento; dobbiamo pensare prima di tutto alla nostra città, che ha quanto mai bisogno di un’amministrazione forte e determinata, piuttosto che una corsa disordinata alle poltrone. Caro sindaco, fermati ora che puoi, rifletti prima che le questioni personali rendano l’amministrazione di Sarno un club di amici, invece che il luogo più autorevole per governare. Oggi conta solo affrontare i problemi reali dei nostri concittadini. Siamo convinti che pur rispettando l’autonomia del Sindaco in merito ad eventuali cambiamenti nella Giunta, questo passaggio non può comunque ridursi solamente ad una questione di persone o di ruoli, senza che ci sia una discussione approfondita sulle questioni amministrative, che coinvolga complessivamente tutta la coalizione al governo della città. Soprattutto in questo momento di crisi economica, con gli indicatori che segnano un arretramento del nostro paese nelle classifiche mondiali, non si può affrontare l’esigenza di un rafforzamento dell’azione amministrativa semplicemente proponendo l’epurazione di assessori non più graditi solo sulla base dell’appartenenza a correnti o a mozioni e senza tenere in considerazione i cittadini e la città. Chiediamo, quindi, che la ridistribuzione di deleghe e il cambiamento nella composizione della giunta siano immediatamente fermati e che sia aperta una discussione forte ed ampia e soprattutto in grado di fare chiarezza su questo passaggio delicato per la città e il suo futuro. Si rimuove un assessore se non fa bene il suo lavoro, non per le scelte che fa all’interno del proprio partito o del proprio gruppo, perché una cosa è il partito ed il gruppo, altra i ruoli istituzionali. I ruoli istituzionali non possono e non devono essere utilizzati per consumare epurazioni o per inchiodare persone funzionali sulla sedia, diversamente è il peggior esempio di politica vecchia e poltronista. Occorre dire basta alle indebite quanto interessate pressioni sul Sindaco, che è stato votato dai cittadini per amministrare la nostra citta' al meglio e non per fare da notaio garante di cordate di partito. Con alle porte le elezioni regionali della campania, il “cambio di passo”, anziché il Sindaco, è auspicabile che lo faccia tutta la maggioranza di governo”.

Sarno in Movimento continua a chiedere il rimpasto

Ma comunque la crisi non si placa con il gruppo Sarno in Movimento che continua a chiedere il rimpasto in Giunta, per avere un ruolo importante all’interno dell’esecutivo di Canfora. I tre consiglieri dissidenti: Renzo Bacarelli, Lia Esposito e Franco Robustelli, che potrebbero diventare quattro, visto la rottura ormai irrimediabile tra il consigliere del Pd Sergio Di Leva e il sindaco Giuseppe Canfora, aumentano la posta in palio.
Il Pd, intanto, primo partito alle scorse elezioni amministrative, ne esce con le ossa rotte perché nel giro di appena un anno ha perso tre consiglieri comunali ed ha ricevuto il benservito del segretario cittadino che ha deciso di abbandonare la barca. Quindi, potrebbe pagare il prezzo più alto in un ipotetico rimpasto, visto che in questo momento ha tre consiglieri, con tre assessori. Altro partito sovradimensionato è l’Italia è Popolare, ultimo partito della coalizione in termini di numeri alle elezioni 2019, ma non con la presenza in Giunta. Infatti, gli ex Udc oltre a fare il salto della quaglia e posizionarsi con il cavallo vincente, sono stati premiati dal sindaco Canfora per mezzo di accordi preelettorali con due assessori nell’esecutivo, ma che alla fine oggi nonostante la perdita del consigliere Renzo Bacarelli, traghettato in Sarno in Movimento, continuano ad avere troppo potere nella Giunta. Quindi, l’altro obiettivo dei transfughi potrebbero essere i centristi. Anche se resta la poltrona occupata dall’assessore Vincenzo Salerno, che è nominato direttamente dal Sindaco, ma che qualche settimana fa aveva presentato le sue dimissioni non accettate dall’intera maggioranza, compresi i tre. Ma perdere Salerno per Canfora sarebbe una brutta sconfitta e quindi cosa succederà?
Intanto, Sarno n Movimento non cede il passo e oltre a chiedere due assessorati, chiede di rivedere le commissioni consiliari, pur avendo tre presidenze di commissioni e se si considera Di Leva addirittura quattro. Ma la questione potrebbe placarsi per il gruppo Sarno in Movimento se, invece, la maggioranza decidesse di appoggiare la quasi probabile candidatura di Lia Esposito alle prossime elezioni regionali, questa potrebbe essere l’unica contropartita per far desistere i tre dall’ipotetico rimpasto. Dunque con la crisi aperta dai quattro la maggioranza rischia, anche se potrebbe arrivare la stampella di qualcuno dell’opposizione, che sin dall’inizio della legislatura ha dato segni di cedimento e potrebbe farsi ammaliare dal canto delle sirene di Canfora & Co.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2