Sarno. "Noi non siamo Yes man": tre consiglieri rimettono le deleghe, è crisi nera in maggioranza

06 Giugno 2020 Author :  

di Danilo Ruggiero

Sarno.Tre consiglieri di maggioranza rimettono le deleghe «Noi non siamo Yes man». E’ crisi nera  nella maggioranza consiliare del primo cittadino Giuseppe Canfora. I tre esponenti del gruppo “Sarno In Movimento” Renzo Bacarelli, Emilia Esposito e Franco Robustelli, hanno rimesso le loro deleghe nelle mani del sindaco Giuseppe Canfora. La scelta è avvenuta a seguito di un incontro chiarificatore, tenutosi a Palazzo San Francesco, con il leader della coalizione Giuseppe Canfora. I tre, dopo aver espresso il loro disappunto su alcuni aspetti dell’attività politico-amministrativa svolta dall’esecutivo di centro sinistra, hanno deciso di fare un passo indietro. In primis, Emilia Esposito, ex assessore all’urbanistica, al ciclo integrato dei rifiuti e all’ambiente, che ha rimesso la sua attuale delega da Presidente della commissione Finanza. Poi Renzo Bacarelli, dimissionario da delegato alle attività produttive e da Presidente della commissione, e Franco Robustelli,  dimissionario da delegato alla sanità e da Presidente della commissione Politiche Sociali. Un passo indietro necessario, secondo i tre consiglieri, i quali hanno spiegato le proprie ragioni in un documento. «L’occupazione delle istituzioni non ci interessa,  né tanto meno la testa di qualcuno. La politica va rimessa al centro. Noi non siamo degli Yes Man, ma persone responsabili che operano nella massima autonomia e libertà- hanno esordito-  La dignità ed il rispetto per noi stessi e per i sarnesi ci hanno portato a rimettere le deleghe nelle mani del sindaco. Le poltrone noi le lasciamo, non le occupiamo. Le lasciamo quando non ci consentono di produrre azioni e gesti concreti per la città. E’ necessaria una nuova mentalità, democratica ed aperta alla città, per affrontare le vicissitudini quotidiane del territorio. Ci auspichiamo che Canfora si fermi e ritorni a fare il sindaco e il buon padre di famiglia». Infine, in merito alla posizione espressa da un altro consigliere di maggioranza, Enzo Correa capogruppo di “Impegno e Passione”,  apparsa sul profilo istituzionale del Sindaco,  i tre hanno asserito «Non possiamo girarci dall’altro lato dinanzi a chi  mette alla mercè dell’opinione pubblica i contenuti, i dialoghi ed i  confronti di una maggioranza di governo. Scellerata la scelta di farlo pubblico e di mettere alla berlina un’intera maggioranza. Eppure si spendono tanti soldi nella comunicazione istituzionale».  E’ crisi vera, quindi, e a settembre - dopo le elezioni regionali- il primo cittadino, Giuseppe Canfora, potrebbe tirare le somme e dare il via ad un rimpasto della Giunta municipale.

La replica del sindaco Giuseppe Canfora

Alla nota di "Sarno in Movimento" replica il sindaco Giuseppe Canfora: "Ciascuno deve avere rispetto del proprio ruolo e di quello degli altri; rispetto della fiducia accordata; ciascuno deve far prevalere la ragione sulle emozioni, sulle acredini, sulle scelte di istinto. I punti di rottura non fanno bene alla città. In virtù di questo, le divergenze vanno recepite, affrontate e risolte. Ragioneremo ancora insieme, nella fiducia e nel rispetto, nella libertà e nelle scelte democratiche", dichiara Canfora

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2