Sarno. Evento di solidarietà riqualificazione Monte Saretto: “Dove sono finiti i soldi delle donazioni?”

23 Gennaio 2021 Author :  
Evento di solidarietà per la riqualificazione del Monte Saretto: “Dove sono finiti i soldi delle donazioni?”. Ad un anno di distanza dallo spettacolo al Teatro Augusteo i soldi donati dagli imprenditori non sono stati ancora utilizzati. Il centrodestra interroga il Comune di Sarno. “Insieme per Sarno” è stato l’evento patrocinato dal Comune di Sarno andato in scena il 24 gennaio 2020 al Teatro Augusteo di Salerno, con l’esibizione dell’attore Maurizio Casagrande nello spettacolo “Mostri a Parte”. L’iniziativa benefica era stata promossa dalla Jannelli Communication, dell’imprenditore salernitano Roberto Iannelli, il quale, facendosi portavoce delle richieste di aiuto economico del Comune di Sarno sorte a seguito dello spaventoso incendio che colpì il monte Saretto nel settembre 2019, propose all’amministrazione del sindaco Giuseppe Canfora di aderire ad un’iniziativa di Fundraising (ovvero di ricerca fondi) , in collaborazione con il Comune di Salerno, guidato dal sindaco Vincenzo Napoli, con la direzione salernitana di Banca Sella e di vari imprenditori locali. L’evento benefico, con la presenza di 700 ospiti, fu un successo e al progetto parteciparono 32 aziende in network con Banca Sella per sanare i consistenti danni provocati dall’incendio del Monte Saretto di Sarno. Tra le imprese più rinomate del salernitano, hanno dato il loro sostegno economico al Comune di Sarno, la Mecar Spa, la Rcm Costruzioni Gruppo Rainone, il Centro di Riabilitazione Lars, Mc Donald, Bioplast, la Prt e Gruppo Agovino, Lloyds Baia Hotel, Euroflex Spa , Grafica Metalliana, La Filanda di Renzullo, Hotel Mediteranneo e Graziella Spa. Grazie al sostegno dell’imprenditoria furono raccolti decine di migliaia di euro, per le quali, oggi, il centrodestra sarnese ha chiesto lumi all’amministrazione comunale di Sarno protocollando un’interrogazione scritta a Palazzo San Francesco. I consiglieri di minoranza Walter Giordano, Domenico Crescenzo, Giuseppe Agovino e Sebastiano Odierna hanno premesso “Con delibera di Giunta Municipale del 10 gennaio 2020 veniva autorizzata l’apertura di un conto corrente presso il Tesoriere Comunale, a destinazione vincolata, su cui far confluire le somme donate dai benefattori interessati all'iniziativa e con il medesimo provvedimento veniva stabilito che dalla somma totale che sarebbe stata incamerata dal Comune di Sarno per la specifica finalità, occorreva detrarre l’importo occorrente per la realizzazione dell’evento, quantificato nel limite di 12 mila e 500 euro a carico dell’Ente comunale di Sarno”. Alla luce di ciò, i consiglieri comunali hanno interrogato il Sindaco Giuseppe Canfora e il funzionario Salvatore Mazzocca chiedendo di venire a conoscenza su “Quali azioni amministrative si intende attuare al fine utilizzare in tempi rapidi le disponibilità finanziarie rese disponibili dall’iniziativa di fundraising" , nonché sulle “Motivazioni che hanno ostacolato l’utilizzo di tali risorse programmate per gli interventi di ripristino e riqualificazione della collina del Saretto, dopo gli incendi occorsi nei giorni 20 e 21 settembre 2019, stante il fatto che non vi è contezza circa lo stato dell’arte del procedimento sotteso all’utilizzo delle somme raccolte”.