Sarno. Accorpare l'Ufficio Protezione Civile all'area economica è un controsenso, Cocca: "E' come mescolare l'acqua con l'olio"

04 Marzo 2021 Author :  

""Mescolare l'acqua con l'olio!" Questo è quello che tentano di fare gli amministratori Sarnesi! Accorpare l'Ufficio di Protezione Civile all'area economica è un controsenso in termini!". Ad attaccare la scelta dell'amministrazione Canfora è il consigliere comunale di opposizione Giovanni Cocca. 
"Nel consiglio monotematico tenutosi in data 11 febbraio 2021, abbiamo votato un atto di indirizzo importantissimo per la nostra città. - continua Cocca - Nella proposta di delibera, partorita da una parte dei consiglieri di opposizione ed avallata dall'intera maggioranza di governo cittadino, c'era un esplicito rischiamo al potenziamento dell'Ufficio di Protezione Civile!
Con questa falsa motivazione, la giunta comunale ha ricollocato all'interno dell'Area Dirigenziale Risorse Economiche l'Ufficio di Protezione Civile.
Sarebbe stato opportuno, diversamente, accorpare l'Ufficio di Protezione Civile con l'Area Tecnica, naturalmente più vicina alle tematiche affrontate dall'Ufficio in questione.
Reputo, farraginosa ed inopportuna la decisione presa da quest'amministrazione, anche perchè, proprio a causa di scelte errate fatte nel recente passato, il Comune di Sarno ha vacante la Dirigenza dell'Area Tecnica, posizione ricoperta negli ultimi anni da illustri tecnici ma scelti sempre in prossimità del loro pensionamento!
L'Ufficio di Protezione sarebbe dovuto essere un fiore all'occhiello per la nostra comunità, non fosse altro per tutto quello che abbiamo patito per la frana del 1998. Purtroppo, ancora una volta, il silenzio assordante dei colleghi consiglieri di maggioranza la dice lunga sulla loro completa estraneità e disattenzione alle scelte programmatiche che riguardano la gestione amministrativa del nostro Comune.
Inoltre, visti gli ingenti danni provocati dall'aeromoto del 20 e 21 novembre 2020, ancora oggi non sappiamo se la Regione Campania, amministrata dagli “amici” di questa amministrazione, riconoscendo lo stato di calamità, provveda anche sul piano economico a far fronte a questa ennesima problematica che ha colpito il nostro territorio. Tutto questo, passerebbe sempre per l'Ufficio di Protezione Civile, ormai quasi del tutto svuotato, visto l'imminente pensionamento dell'unico tecnico rimasto in servizio.
Infine, ricordando le premesse che ci hanno portato a votare quasi all'unanimità gli atti di indirizzo del consiglio monotematico sulla prevenzione delle emergenze dello scorso 11 febbraio, ritengo assurdo ed immotivato il ritardo per il quale il Presidente del Consiglio non abbia ritenuto opportuno convocare un altro consiglio comunale per adottare il Regolamento di Protezione Civile, licenziato nel mese di agosto 2020 dalla commissione trasparenza.
Infine, in una città dove è stata più volte riscontrata la fragilità del suo territorio, orfana anche dell'Agenzia Regionale Campana Difesa Suolo, cancellata dai capricci del Presidente De Luca, è gravissimo che un'Amministrazione, che si professa seria ed attenta, non riesca a programmare ed investire su ruoli e competenze della pianta organica, lasciando vacanti per mesi e mesi posizioni e uffici di fondamentale importanza per la gestione del territorio stessa".

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2