Sarno. Questione mercato settimanale, Cocca: "Un vero e proprio controsenso, la priorità deve essere la salvaguardia della salute dei singoli cittadini"

05 Marzo 2021 Author :  

Sarno si conferma la città del "mercato": si ferma tutto ma non il mercato settimanale, della serie "Toglieteci tutto ma non il mercato". Mentre gli altri comuni dell'Agro sarnese nocerino, vedi Scafati e Angri, con numeri alti di contagi, hanno chiuso tutto compreso il mercato settimanale, a Sarno nonostante gli oltre 300 positivi attivi e numeri sempre in crescita non funziona allo stesso modo: si chiude tutto ma non il mercato. Intanto i casi sono in aumento e Sarno risulta tra le prime città della Provincia di Salerno per numero di casi giornalieri. Dunque, continua a far polemica lo svolgimento del mercato settimanale del giovedì. Dopo l'attacco del consigliere comunale della Lega Walter Giordano, a contestare la scelta, dell'amministrazione comunale, dai banchi dell'opposizione è il consigliere comunale Giovanni Cocca. "In un momento così delicato come quello che stiamo vivendo, la scelta di quest'amministrazione di lasciare libero accesso al pubblico per lo svolgimento del mercato del  giovedì area mercatale è un vero e proprio controsenso! - spiega il consigliere Giovanni Cocca - Fermo restando la piena e totale solidarietà nei confronti di tutti i commercianti sia stabili che ambulanti, bisogna iniziare a tracciare una linea di netta demarcazione su quello che abbiamo tutti come priorità assoluta. La  salute pubblica prima di tutto. Mi rendo conto, da libero professionista, che il 2020 è stato un anno a dir poco massacrante per tutte le categorie di commercianti e che l'anno che è iniziato non è partito con il piede giusto. Occorre pensare ed agire come un buon padre di famiglia, nel senso che bisogna scegliere, nei tempi utili, quali siano le priorità assumendosi le responsabilità. A mio avviso la priorità deve essere la salvaguardia della salute dei singoli cittadini, anche promulgando ordinanze impopolari. Nei giorni scorsi abbiamo assistito a dapprima alla chiusura delle scuole e solo dopo venti giorni la chiusura di parchi e piazze.  Io stesso avevo avanzato di procedere alla chiusura di tali spazi al fine di limitare i rischi di contagio. A mio avviso se i dati dei contagi sono in costante aumento, se non si ha la possibilità di controllare e contenere un numero stabilito di persone che si accalcano nei mercati, bisogna trovare il coraggio anche di ordinare la sospensione dei mercati stessi. Inoltre, dire di essere dalla parte dei commercianti e fare poco o nulla per il loro sostentamento, non è corretto. Bisogna anche in questo caso, rimboccarsi le maniche e tagliare i così detti “rami secchi” non certo prevedere ulteriori aggravi di spese come ad esempio il progetto su una fantomatica “municipalizzata” che, atti alla mano, porterebbe solo minus valenze che plus valenze di cassa. In definitiva, continuiamo a constatare quanto questa amministrazione predichi bene e razzoli male, inanellando continue ed inesorabili inefficienze in tutti i settori: da quello economico a quello tecnico, da quello della prevenzione delle emergenze a quello della programmazione di attività sul territorio. Speriamo che Dio ci assista sempre e che presto si possa ripartire sul giusto binario".

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2