Sarno/Mercato San Severino. Cofaser, i sindacati: “Dai Comuni solo escamotage per perdere tempo"

07 Agosto 2020 Author :  

di Danilo Ruggiero 

Cofaser, i sindacati “Dai Comuni solo escamotage per perdere tempo. La situazione non è più tollerabile”. Sulla crisi finanziaria del Consorzio di Farmacie e Servizi, costituito dai comuni di Sarno e Mercato San Severino, continuano i dissidi con le organizzazioni sindacali dei lavoratori. La grave situazione che ha portato il Cofaser ad una procedura di concordato preventivo instaurata innanzi al Tribunale di Nocera Inferiore, e ad un concreto rischio di default finanziario, sta da mesi preoccupando i rappresentanti dei lavoratori che non sono ancora riusciti a raggiungere un accordo con i manager del Consorzio. Questa volta, pertanto, il Segretario della Cgil Alfonsio Rianna, il segretario provinciale della Cisl Amatruda e il segretario della Uil Donato Salvato hanno sollecitato i comuni del Cofaser e chiesto nuovamente aiuto al Prefetto di Salerno Francesco Russo. “A tutt'oggi dobbiamo evidenziare che gli ulteriori incontri con il Cofaser sono stati solo una ulteriore occasione di dilatazione del tempo- hanno esordito i sindacalisti- Da parte nostra, ancora una volta al neo CdA è stata evidenziata la massima disponibilità, ma è stato anche sottolineato che la proprietà rappresentata dai comuni di Sarno e Mercato San Severino erano assenti a tale incontro dimenticando che trattasi di consorzio di enti locali con diretta responsabilità degli enti costituenti”. I Sindacalisti hanno continuato “Nell'incontro il neo CdA, nel prendere atto delle proposte, si è riservato di verificare la forza lavoro necessaria per l’esercizio delle attività. A tutt'oggi , però, nessun riscontro è stato ricevuto sebbene quanto evidenziato è dallo stesso CdA considerato di estrema urgenza . Si assiste nelle varie farmacie a prestazioni individuali in rilevante eccedenza rispetto al normale debito orario, senza condivisione da parte del lavoratore e senza che venga prioritariamente tra l’altro garantito il relativo pagamento delle prestazioni in eccedenza. Si rileva che per garantire l’orario di servizio stabilito, in alcune farmacie, è presente un solo farmacista dovendo i colleghi mobilitarsi per sopperire a carenze in altre farmacie, determinando grossi rischi per gli operatori e possibili danni per l’Ente non essendovi tra l’altro strumenti antitaccheggio”. I sindacalisti concludono “Quanto sta accadendo non è più ulteriormente sopportabile, per cui si ’evidenziare che eventuali danni che potrebbero determinarsi da tale condizione sia a carico dei lavoratori che delle stesse strutture farmaceutiche saranno esclusivamente da addebitarsi alla gestione del Consorzio”.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2