San Marzano sul Sarno. Raccolta differenziata e appalto rifiuti, Annunziata (SmAt): “Altro flop dell’amministrazione”

17 Giugno 2020 Author :  
“Raccolta differenziata a San Marzano sul Sarno: altro flop dell’amministrazione Annunziata, nonostante l’aggiudicazione della gara d’appalto ad una ditta esterna e i costi elevatissimi, la città è sporca e finora nessuna campagna di sensibilizzazione è stata fatta”. A parlare è il candidato sindaco della lista San Marzano Attiva, Salvatore Annunziata. “Costi alti e servizio scadente: questa è la situazione dopo circa sei mesi dall’inizio della gestione rifiuti, passata nelle mani della GPN Srl, la società di Sant’Antonio Abate che, dall’1 gennaio 2020, gestisce il servizio di raccolta rifiuti nel nostro comune. – continua Annunziata - Il 4 novembre scorso la società di Sant’Antonio Abate si è aggiudicata la gara d’appalto per l’affidamento del servizio integrato di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, con il sistema del porta a porta; 8.216.351,72 euro il costo del servizio per cinque anni. Il Capitolato speciale d’appalto prevedeva tantissimi servizi che tutt’ora non vengono svolti dalla società. L’organizzazione del servizio doveva essere funzionale alla massima differenziazione all’origine dei rifiuti riutilizzabili o riciclabili, con l’obiettivo di ridurre il quantitativo di rifiuti urbani, da smaltire mediante conferimento in discarica. Su tutto il territorio comunale doveva essere attuata, a cura degli utenti, la separazione “a monte” dei rifiuti, ma ad oggi non viene fatta, poiché, la ditta oltre a non provvedere a fare una campagna di sensibilizzazione, non ha mai provveduto a distribuire ne le buste, per fare una differenziata corretta; ne i contenitori per la raccolta differenziata di colore diverso in base ai rifiuti. Ad oggi – aggiunge Annunziata - la ditta non esegue nemmeno il 50% di quanto previsto dal capitolato d’appalto, mentre il comune continua a pagare il servizio regolarmente. Basta fare un giro per San Marzano sul Sarno, dal centro alla periferia e ci si imbatte in cumuli di immondizia e discariche a cielo aperto. Ora di sicuro si da la colpa all’emergenza Covid-19, ma nei primi tre mesi dell’anno, con il servizio partito regolarmente, cosa è stato fatto? Domande a cui non avremo mai risposte, come non sono state date per 5 anni da questa amministrazione. Ad oggi, a noi come San Marzano Attiva risulta, che non è stata fatta alcuna campagna di informazione e di sensibilizzazione sulla corretta raccolta differenziata, come previsto nel capitolato speciale d'appalto. Così come la ditta non fa il lavaggio e la manutenzione dei bidoni carrellati, in uso alle utenze domestiche e non domestiche. Come non fa lo spazzamento meccanizzato, il lavaggio delle strade cittadine; non fa lo sfalcio dell'erba e diserbo stradale per l'intero territorio comunale; come non fa la pulizia delle caditoie per l'intero territorio comunale. Tanto è vero che sul territorio comunale i cittadini lamentano la presenza di troppi topi e sporcizia ovunque. Sempre il capitolato d’appalto prevedeva la rimozione di rifiuti abbandonati e pulizia delle aree oggetto di scarico abusivo per l'intero territorio comunale. E comunque questo non viene fatto, o eseguito parzialmente. Intanto, la raccolta differenziata non viene fatta con criterio, i costi della tassa sui rifiuti lievitano e San Marzano sul Sarno è ultima anche sulla questione rifiuti”.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2