Sarno. Maltempo, messa in sicurezza mai partita sul Monte Saretto, Sirica e Iannone (Fdi): “Sembra che il tempo si sia fermato a 22 anni fa"

29 Settembre 2020 Author :  

“Messa in sicurezza mai partita per il Monte Saretto, sono anni che denunciamo ma il sindaco Canfora bollava come allarmismo le nostre denunce, oggi si lamenta che non c’è manutenzione”. A sollevare la polemica è il coordinatore cittadino di Fratelli d'Italia Enrico Sirica. "Un progetto mai partito e soldi mai spesi per la messa in sicurezza del Monte Saretto a Sarno e ogni anno, con l'arrivo delle prime piogge, si sfiora la tragedia e ci si ricorda che manca la manutenzione. - spiega Enrico Sirica - Vorrei sapere che fine abbia fatto il progetto per il risanamento del Monte Saretto, dell'ex commissario di governo e poi in seguito dalla ex Arcadis. Parliamo di un progetto redatto ai tempi della prima amministrazione di Amilcare Mancusi, dove si iniziarono ad installare una barriera para-sassi con pali e reti sul monte Saretto. Ma a distanza di anni il progetto stesso è rimasto impantanato per mancanza di fondi per molto tempo. Nel 2012, la messa in sicurezza contro i rischi da dissesto idrogeologico è tornata in auge e quindi il progetto per il monte Saretto è stato rifinanziato come da Bilancio di previsione Arcadis 2012 (Burc 59/2012) per circa 2 milioni di euro. Eppure, nonostante questo stanziamento, i fondi non sono stati mai spesi. Sono anni che chiediamo chiarimenti, come Fratelli d’Italia, ma purtroppo non abbiamo ricevuto risposte. Oggi, poi, dopo l’ennesima tragedia sfiorata, il Sindaco Canfora parla di manutenzione mancata, dovrebbe preoccuparsi di andare a verificare quanto è stato eseguito finora e dare finalmente risposte ai cittadini. La città non può più attendere, ma soprattutto dopo quanto successo nel maggio ’98, dobbiamo assolutamente impegnarci affinchè si faccia manutenzione. Il rischio idrogeologico è una questione che ci riguarda da vicino e non possiamo sottovalutarlo. E’ importante investire nella prevenzione del territorio in modo da evitare dissesti e salvaguardare la collettività”. Ad intervenire sulla vicenda è anche il senatore di Fratelli d’Italia Antonio Iannone “A Sarno sembra che il tempo si sia fermato a 22 anni fa. Nonostante la sciagura del 5 maggio 1998 il dissesto idrogeologico fa tremare la città alle prime piogge di settembre. Fratelli d’Italia aveva lanciato l’allarme in tempi non sospetti ma il sindaco bollava come allarmismo le denunce dei nostri rappresentanti locali. Canali occlusi da scarti e vegetazione era allarmismo? Comune e Regione continuano a dormire. Finché la barca va, per la sinistra quello che non si vede, come la manutenzione, non fa consenso e quindi non serve farlo”, scrive Antonio Iannone.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2