Stampa questa pagina

Settimana dell’Autismo, Sarno con FilandAut si tinge di blu, al polo sanitario "La Filanda"

02 Aprile 2019 Author :  

Seconda edizione a Sarno dell’evento “Settimana di Consapevolezza sull’Autismo” organizzato dal Polo Sanitario La Filanda, azienda leader nel settore riabilitativo che tratta la disabilità in tutte le sue forme, l’autismo, la sindrome di down e, mette in campo manifestazioni di sensibilizzazione per abbattere i pregiudizi e promuovere conoscenza, dialogo.

Dal 2 al 6 aprile una settimana di approfondimento e confronto con medici ed esperti, giornate integrative con la partecipazione di associazioni, scuole, centri sportivi, famiglie.

L’obiettivo di “FilandAut” è quello di sensibilizzare, di andare oltre i pregiudizi e di fornire le giuste informazioni sui percorsi da intraprendere per le famiglie e per le scuole, grazie ad un team di specialisti.

L’evento porta in sé una serie di manifestazioni all’interno della settimana programmata a Sarno, con cineforum, concorso di corti per le scuole, sport per diversamente abili, partita del cuore, convegno di approfondimento e forum.

L’inaugurazione sarà un momento particolarmente emozionante con l’accensione della Filanda in via Roma di Blu, così anche Terravecchia che rifletterà il colore simbolo dell’autismo sulle mura antiche della città, grazie alla collaborazione di Don Roberto Farruggio.

La serata conclusiva avrà come ospite d’eccezione Daniele Cassioli, campione paralimpico di sci nautico.

“Un evento che abbiamo organizzato per il secondo anno consecutivo – spiega la direttrice Nilde Renzullo – e che vuole essere una manifestazione di emozioni. Crediamo fortemente nel confronto su piani di grande interazione, quali lo sport, il cinema, l’incontro con esperti del settore che diano informazioni e risposte”.

GLI ESPERTI

Maria Pia Contento, psicologa e psicoterapeuta, La Filanda:

“FilandAut è un Progetto Integrato pensato per bambini e ragazzi con disturbo dello spettro autistico di età compresa tra i 4 e i 18 anni; vuole essere un luogo di socializzazione, un contesto di opportunità in cui i bambini e i ragazzi possono stare insieme, stimolando le proprie abilità. I servizi offerti a La Filanda, sono , ideati e strutturati da un’equipe multidisciplinare, sono costantemente monitorati e coordinati da neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta e realizzati da personale appositamente formato. Parliamo di doposcuola specialistico, laboratorio della autonomie, laboratorio creativo e musicale, AperitivoAut”

Mariagrazia D’Amaro, psicologa e psicoterapeuta, La Filanda:

“Sensibilizzare significa smuovere le coscienze ed è questo l’obiettivo di FilandAut, settimana interamente dedicata alla tematica dell’autismo. Ciò che ci proponiamo di fare, attraverso il convegno scientifico “Autismo: contesti e interventi” è informare insegnanti, alunni e genitori riguardo le caratteristiche dell’autismo, inducendo così una migliore comprensione della condizione e, di conseguenza, una migliore accoglienza. Nella sensibilizzazione rivolta agli studenti della scuola primaria, proporremo la proiezione di un film che abbia come contenuti il concetto di diversità visto come risorsa. I ragazzi delle scuole secondarie di I e II grado e i forum dei giovani sono stati coinvolti nella realizzazione di video che affrontano in modo creativo il tema dell’autismo e dell’inclusione sociale, inteso non come limite, ma come possibilità di esplorare altre abilità. L’idea centrale del progetto risiede nella volontà di raccogliere, attraverso fonti diverse, testimonianze, documenti, riflessioni, spunti che articolino la complessità della tematica”

Simone Zulli, responsabile sport La Filanda

“La settimana di sensibilizzazione si pone come obiettivo quello di utilizzare lo sport come veicolo di inclusione, come mezzo per simboleggiare il forte significato sociale che la pratica sportiva può avere verso la disabilità e la necessità di avere spazi fruibili a tutti in ogni forma. In particolare, la giornata dello sport in FilandAut sarà declinata sui temi dell’inclusione sociale e dello sport per disabili, con spazi dedicati alle nostre attività che si sviluppano in tal senso e grazie al patrocinio del Comitato Paraolimpico.

Si intende favorire la partecipazione collettiva alla pratica sportiva, al fine di promuovere i diritti per bambini, adulti ed anziani; di sensibilizzare alla consapevolezza dei benefici dell’attività fisica per la salute e il benessere psico-fisico, e all’abbattimento delle barriere architettoniche e “mentali”.

Articoli correlati (da tag)