Andare dal parrucchiere in tempi di pandemia: nel documento dell'Inail e del'Iss tutte le regole per fruire di tinte, ceretta e colpi di sole

01 Ottobre 2020 Author :  

In tempi di pandemia da Covid-19, il settore dell'estetica personale e della cura della persona ha subito forti stravolgimenti in termini di regole, sia per il personale operante sia per i clienti. Le nuove regole per tornare a fruire di colpi di sole, messa in piega e ceretta le ha fornite l'ISTAT in collaborazione con l'Istituto Superiore di Sanità. In questa sede vogliamo descrivere le raccomandazioni contenute nel documento dell'Inail e del'Iss.

1) Programmare gli appuntamenti

La prima raccomandazione delle autorità riguarda la necessità di programmare gli appuntamenti per i trattamenti, cercando di dilatare i tempi il più possibile tra un cliente e l'altro. Inoltre, il cliente potrà recarsi nel salone dell'estetista o del parrucchiere esclusivamente dopo aver preso un regolare appuntamento. Sarà inoltre necessario che il professionista faccia una stima dei tempi necessari per il trattamento/servizio di ciascun cliente, al fine di ottimizzare i tempi ed evitare affollamenti.

Le procedure richieste dalle autorità per prevenire ogni possibile forma di contagio allungano inevitabilmente i tempi, ragione in più per un'attenta pianificazione delle attività.

2) Gestire gli spazi

Per poter operare nel rispetto delle norme del distanziamento sociale, per cui occorre mantenere almeno 1 metro di distanza tra le persone, quando possibile naturalmente, è necessario riorganizzare gli spazi nei locali alternando le postazioni di lavoro. Non solo, gli spazi che una volta erano adibiti alle attese dei clienti, oggi possono essere sfruttati per i tempi di posa, ad esempio, del colore, affinché la distanza sia sempre garantita. Inoltre, nelle zone di lavoro come quelle destinate al lavaggio dei capelli, dovranno essere installate delle barriere fisiche. Stesso discorso per le casse, che dovranno essere protette da pannelli o barriere protettivi. In nessun caso è possibile fruire di servizi quali sauna, bagno turco e vasche idromassaggio.

3) Riorganizzare gli orari di lavoro dei dipendenti

Dove possibile, sarà necessario riorganizzare gli orari di lavoro affinché il personale possa avvicendarsi nelle attività lavorative all'interno del locale.

4) Favorire i pagamenti elettronici

Per evitare di maneggiare soldi cartacei, è indispensabile favorire il pagamento elettronico con carte o bancomat.

5) Garantire la salubrità dell'aria

Al fine di garantire aria salubre all'interno dei locali, occorre provvedere a un adeguato e frequente ricircolo dell'aria, lasciando le porte aperte ed evitando l'utilizzo dei condizionatori.

6) Vietare l'uso di riviste e giornali

Riviste e giornali devono essere banditi dai locali per evitare che più persone ne vengano a contatto aumentando il rischio di contagio.

7) Garantire l'uso delle mascherine

Occorre assicurarsi che i dipendenti e i clienti indossino le mascherine all'interno dei locali in questione. Le mascherine adatte ai lavoratori che forniscono servizi legati all'estetica sono le FFP2 senza valvola. Il personae operante dovrà inoltre indossa la visiera protettiva, guanti, camici e grembiuli monouso.

8) Fornire ai clienti le mantelle monouso

Indipendentemente del servizio erogato, durante tutta la durata del trattamento al cliente deve essere fornita una mantellina monouso, presenti in diverse tipologie: si può optare per le mantelle in plastica, per le tradizionali mantelline per parrucchieri interamente in cellulosa o per le mantelle in poliestere. Non vi sono particolari indicazioni sulla tipologia di mantella o sul materiale, l'essenziale è che vengano gettate dopo ogni utilizzo.

9) Sanificare le visiere

Il personale operante presso i centri estetici o parrucchieri devono essere adeguatamente formati sulle modalità di disinfezione delle schermature facciali come le visiere. Innanzitutto occorre lavarle con acqua e sapone, poi si dovà procedere alla disinfezione vera e propria mediante le indicazioni riportate sull'etichetta del dispositivo.

10) Garantire l'igiene

Bisogna mettere a disposizione di clienti e dipendenti le soluzioni per la disinfezione delle mani, provvedendo all'acquisto di prodotti idroalcolici da collocare in diversi punti del locale. Inoltre, occorre ricordare ai clienti in ingresso di farne uso, così come dovranno farne uso i dipendenti prima e dopo i singoli trattamenti. Stesso discorso per le superfici e gli strumenti di lavoro, che dovranno essere frequentemente disinfettati e puliti adeguatamente.

11) Misurare la temperatura

Sarà necessario misurare la temperatura corporea delle persone in entrata. Nel caso vi fossero persone con temperatura maggiore ai 37,5 °C, si dovrà negare loro l'ingresso all'interno del locale.

12) Formare i propri dipendenti

Il personale dovrà essere messo nelle condizioni di conoscere le giuste modalità di utilizzo dei DPI, specialmente in merito ai gesti da non compiere quando li si indossa, ad esempio a non toccare la parte esterna del dispositivo durante il suo utilizzo. Stessa cosa per le modalità di sanificazione e conservazione dei dispositivi riutilizzabili tra un utilizzo e l'altro.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2