×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 729

Sarno. Sirica: "Canfora? Solo proclami e bugie. Ecco la verità su Puc, opere e bilancio"

20 Ottobre 2016 Author :  

“Solo proclami e annunci: Canfora pensa di essere ancora in campagna elettorale, ma purtroppo è finita nel 2014”. A parlare è Enrico Sirica, consigliere comunale di Sarno e capogruppo di Fratelli d’Italia, che attacca Canfora punto su punto su quanto detto dal primo cittadino e presidente della Provincia di Salerno Giuseppe Canfora, in conferenza stampa.

TEATRO DE LISE - “Il teatro De Lise – spiega Sirica – sembra essere una storia infinita. Appena sei mesi fa proclamava che con 100 mila euro apriva il teatro oggi, invece, le cose si sono nuovamente ribaltate. Nel corso dell'ultimo consiglio comunale ha dichiarato che l'apertura avverrà a dicembre 2017, ma la spesa per l’apertura si aggirerà intorno ai 500 mila euro. Ancora una volta siamo di fronte a tanti balzelli, prima si, poi no, poi di nuovo si, un paese non si amministra con i dubbi ma semplicemente con i fatti. Inoltre, si può iniziare da subito a mettere un impianto di videosorveglianza all’interno del teatro per capire chi compie questi atti vandalici che sono certamente da condannare. Ma questo di certo non distoglie l’attenzione sull’incapacità dell’amministrazione di governare la città. Sarno è diventata una città dormitorio e lui è totalmente assente. Si nasconde dietro un dito invece di sfruttare la filiera istituzionale favorevole Regione – Provincia – Comune”.

OPERE PUBBLICHE - Subito dopo Sirica rispedisce al mittente tutte le accuse sulla passata amministrazione e aggiunge, “Canfora è stato completamente assente dalla vita politica per dieci anni, per poi ritornare sul palcoscenico il giorno prima del voto. – spiega Sirica - Per questo non sa cosa abbiamo fatto noi, ma mente sapendo di mentire visto che tutte le opere pubbliche da lui elencate, per la maggior parte dei casi i cantieri sono stati inaugurati da noi: rione Europa, corso Vittorio Emanuele, via Prolungamento Matteotti, via San Valentino, via Sodano, via Milone, rione Sodano, via provinciale Amendola. Altri progetti approvati e cantierabili: piazza Marconi, ex discarica via Bracigliano, tribuna del campo sportivo Squitieri, come via vecchia Lavorate, i lavori sono stati fatti dalla sua amministrazione in malo modo, tanto che subito dopo l’apertura è franata. Quindi non può dire che in dieci anni non è stato fatto nulla. Ma sostanzialmente sta continuando quello che ha trovato, è il principio di continuità, come l’amministrazione Mancusi nel 2004 ha concluso i lavori della prima amministrazione Canfora”.

PUC E CULTURA - “Lo stesso Puc, forse Canfora non sa, visto che non ha seguito la politica per dieci anni, che lo strumento urbanistico era stato approvato in Giunta dall’amministrazione Mancusi, loro hanno fatto solo il passaggio in consiglio comunale. Ma purtroppo anche questo Canfora dimentica, d’altronde il Puc è quello che abbiamo fatto noi, loro hanno apportato solo dei correttivi che fanno ridere. Inoltre, la passata amministrazione ha approvato il Siad e i Pua. Anche dei progetti che pensa di realizzare in futuro sono progetti della nostra amministrazione vedi l’ascensore al borgo San Matteo, la scala mobile. Lo stesso Museo Archeologico lo abbiamo aperto noi dopo decenni. Inoltre, ha inaugurato l’orto botanico che era già stato inaugurato da noi; dice di aver fatto i lavori a Villa Del Balzo ma sono stati iniziati da noi, così come i lavori al parco del Voscone, la prima pietra è stata messa da Edmondo Cirielli. Dunque, non fa altro che re-inaugurare le cose già fatte da noi”.

BILANCIO E TRIBUTI - Altra cosa che non scende giù al consigliere di opposizione è la questione sul bilancio. “Anche sulla questione bilancio Canfora dice cose non vere. – continua Canfora - Oggi sono cambiate le normative per questo ci sono parametri diversi, è cambiato il metodo. Negli anni passati il bilancio prevedeva solo un principio di cassa e l’unico vincolo era il patto di stabilità. Canfora e la sua amministrazione, non ha trovato affatto una situazione critica di bilancio, anzi, in cassa ha trovato circa sette milioni di euro e circa cinque milioni di euro sono arrivati dalla Soget, società da loro tanto criticata, ma invece la Soget sta tuttora a Sarno ed ha portato tanti soldi alle casse dell’Ente. Piuttosto Canfora ci spieghi la pressione tributaria spaventosa che la sua amministrazione ha introdotto. Ha applicato, inoltre la Tasi sin da subito facendo un altro prelievo e certamente potevano risparmiarsela così come hanno fatto tantissimi comuni del territorio, vedi Positano e altri comuni. Non abbiamo messo la Tares ne l’Imu agricola”.

ACQUA PUBBLICA E GORI - Ma non manca l’attacco di Sirica sulla questione acqua pubblica, “Altra nota negativa è la Gori che è ancora presente sul territorio, anzi grazie alla legge Regionale invece dell’acqua pubblica è arrivato l’ente idrico Campano mettendo definitivamente l’acqua nelle mani delle multinazionali”. Sulla questione dopo frana aggiunge “Dimentica Canfora il pasticcio combinato con gli indennizzi sui risarcimenti dell’alluvione, a dicembre è stato necessario un consiglio comunale ad hoc per sistemare le cose”. Infine, per quanto riguarda la raccolta differenziata ed i dati contrastanti tra Legambiente e i dati della Sarim “Anche sulla questione raccolta differenziata sono stati fatti dei passi indietro. – spiega Sirica - Noi avevamo portato la differenziata al 67%, oggi è peggiorata, ci sono rifiuti ovunque. Ricordo che il Comune di Sarno, rispetto ad altri comuni si distingueva per la pulizia oggi ci sono rifiuti accumulati dal centro alle periferie. Senza parlare dello spreco di soldi per le casse dell’Ente per le continue proroghe alla Sarim”.

OPPOSIZIONE E MAGGIORANZA - Infine non manca un passaggio sull’opposizione “Un opposizione che c’è e non c’è, direi blanda. D’altronde come si può fare opposizione nel comune, quando in provincia e in regione fai campagna elettorale e governi insieme. Altri che si sono candidati con il centrodestra, invece, sono finiti per migrare in partiti di centro. Noi come Fratelli d’Italia guardiamo avanti e ci apriamo al confronto con i tanti che si rivedono negli ideali di centrodestra e con loro siamo pronti a dialogare”, conclude Sirica.

LA REPLICA DI CANFORA - Il sindaco Canfora a proposito delle polemiche sul teatro e sui primi due anni e mezzo di amministrazione di centrosinistra:"Il consigliere Enrico Sirica è un disco rotto".

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2