A Scafati approda la ”Scuola Bulgara Domenicale”

14 Marzo 2017 Author :  

E’ partito anche a Scafati, dopo Napoli, il progetto ”Scuola Bulgara Domenicale”, con il patrocinio del Consolato Onorevole della Bulgaria di Napoli.

Il progetto punta a fare in modo che i bambini di origine bulgara dai 4 ai 17 anni possano conseguire il diploma rilasciato dal Ministero della pubblica istruzione bulgaro in aggiunta al diploma italiano.

L’obiettivo è quello che i nostri figli, nati e cresciuti in Italia e integrati nelle scuole italiane, non perdano la memoria del loro Paese d’origine: la Bulgaria.

Alcuni di loro, infatti, non hanno neanche mai avuto la possibilità di visitarlo.

La “Scuola Bulgara Domenicale” insegna non solo un’altra lingua ma che si può essere cittadini italiani ed europei senza perdere le proprie radici culturali e linguistiche.

La realizzazione del progetto, tuttavia, non è semplice né per i ragazzi né per gli insegnanti: chi si iscrive alla scuola già frequenta durante la settimana la scuola italiana e chi insegna ha bisogno di aule, lavagne, materiale di cancelleria, l’accesso a internet e una biblioteca

La scuola per i promotori è un piccolo sogno che si avvera, una opportunità che consente già a 26 ragazzi bulgari dell’Agro-nocerino-sarnese di frequentare a Scafati una realtà viva e funzionante, che con l’entusiasmo di insegnati di origine bulgare contribuisce all’integrazione in Italia dei propri concittadini senza che essi perdano la memoria della loro lingua madre.

In questo modo i ragazzi riusciranno ad adattarsi con più successo nella vita reale e saranno motivati ad affermare sempre più compiutamente la loro personalità di cittadini che è insieme italiana e bulgara.

Vorremmo ringraziare di cuore chi ci ha accolto e ci ha permesso di far partire il progetto, nonostante le difficoltà materiali, in particolare Don Peppino De Luca della parrocchia di San Francesco di Paola, che ha messo a disposizione i locali necessari alla scuola per le lezioni, la scuola d'infanzia “Albero della vita” del Corso Nazionale di Scafati e l’ARCI Ferro3.0 per il loro importante supporto.

Ringraziamo, infine, Raffaella Casciello e il consigliere comunale di Napoli, Luigi Felaco, che hanno sollecitato l’interessamento del Comune di Napoli al fine di ottenere nel prossimo futuro dei locali per la sede di Napoli, che anch’essa ha 17 alunni.

Ci auguriamo che in sinergia con le Amministrazione comunali di Scafati e Napoli, le scuole pubbliche italiane, le associazioni locali e i singoli cittadini si possa radicare e far crescere sempre più questa bella esperienza formativa.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2