Salerno. Piano casa, arrivano 1800 nuovi alloggi | Proposta Cgil

28 Settembre 2016 Author :  

“Piano casa” al Comune di Salerno: oramai mancherebbe poco, annunciato ormai sette anni fa e rimasto a lungo impantanato in un contenzioso dinanzi alla giustizia amministrativa. È stata pubblicata, infatti, la graduatoria provvisoria delle cooperative e imprese ammesse all’assegnazione delle aree indicate nei piani di edilizia economica e popolare, alla luce dei correttivi chiesti dal Consiglio di Stato con la sentenza emessa a settembre dell’anno scorso.

A partire da ieri ci sono quindici giorni di tempo per presentare eventuali ricorsi, poi la graduatoria da provvisoria diventerà definitiva e si potrà procedere con l’assegnazione dei suoli per la costruzione dei nuovi alloggi. Sono 92 le cooperative ammesse e nove escluse, mentre per quanto riguarda le imprese si contano quattro ammesse e due escluse. Il piano casa riguardava le zona di Monticelli (314 alloggi), San Leonardo nella zona Ferrovia (861 alloggi), Fuorni (652 alloggi) e Lamia (48 alloggi). Un totale di 1875 nuovi appartamenti. Il piano originale prevedeva anche la zona di Matierno e del quartiere Italia, che poi sono state stralciate dal tanto contestato bando per il piano casa.

FILLEA-CGIL - Il Segretario Generale - Luigi Adinolfi - Il Piano Casa del Comune di Salerno, sembra essere in dirittura di arrivo dopo sette anni dalla sua enunciazione. Sicuramente ciò porterà una boccata di ossigeno per il Comparto Edile, soprattutto sotto il profilo di un potenziale auspicabile sviluppo occupazionale, visto che il ns. Settore, è drammaticamente fermo dal lontano 2008, con una crisi che ormai da congiunturale è diventata strutturale, con una perdita ad oggi di circa 61% dei lavoratori iscritti in Cassa Edile Salernitana (da n° 22.316 addetti nel 2008 a n°13.643 addetti nel 2015) e con la "scomparsa" (per chiusura e/o per fallimento)di circa il 30% delle Imprese, senza contare ovviamente l'indotto.

Numeri tragici da far tremare i polsi che fotografano la drammatica situazione che da anni andiamo denunciando (la mancanza di risorse pubbliche, l’assenza di investimenti e di politiche industriali) ad una classe politica sorda e cieca a qualsiasi ns. richiesta per il rilancio del Settore che, ignorando il ruolo anticiclico delle costruzioni, ha ridotto la propria azione nella promulgazione di decreti e leggi per la negazione di diritti acquisiti dai lavoratori, facendo la politica dei proclami e della "propaganda", perseguendo l’atteggiamento dei continui rinvii
Quindi ben venga il Piano Casa del Comune di Salerno, ma prima di definire un programma di cantierizzazione occorre che vengano tenuti in debito conto alcune problematiche che attanagliano il Settore:
l’edilizia, infatti, è paralizzata, dalla presenza pesante ed ingombrante dell’economia irregolare ed illegale fatta di evasione fiscale e contributiva e da una sempre più pervasiva infiltrazione della criminalità organizzata, senza ovviamente trascurare i temi della scarsa sicurezza e prevenzione nei cantieri dove purtroppo si continua a morire che certamente non sarà il Job-Act a risolvere.
Problematiche che impongono un Tavolo Politico-Sindacale con l’Amministrazione Comunale che contempli i temi del Mercato del Lavoro, in materia di occupazione locale, del rigoroso rispetto delle leggi in materia di lavoro, sull'applicazione dei contratti nazionali e provinciali di settore e delle norme sul collocamento, sulla sicurezza e prevenzione nei 'luoghi di lavoro.
Ed aprire una discussione seria rispetto ad un radicale cambiamento delle politiche che regolano il comparto dell’edilizia, puntando a fare dell’efficienza energetica e statica del patrimonio edilizio, della sostenibilità ambientale, della riqualificazione del territorio, della ecosostenibilità, della bio edilizia, nuovi orizzonti e vertenzialità, ai quali, la FILLEA di Salerno non si sottrarrà.
Vanno quindi avviati percorsi operativi e strategie congiunte, per dare continuità a quelle azioni comuni volte a realizzare una edilizia di qualità, che per il nostro paese è, e rimane la grande priorità strategica.
Noi ci saremo e ci auspichiamo che tali proposte non risultino vane e che possano portare ad un fattivo incontro a breve con le Parti Sociali.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2