Agro, contratti di lavoro: 5mila nuovi posti, ecco le aziende che assumeranno

01 Agosto 2017 Author :  
La Regione Campania chiude un ulteriore accordo di programma con il Governo e si prepara a finanziare una quindicina di nuovi contratti di sviluppo. Ma la vera novità, secondo quanto risulta alle fonti interpellate da Ildenaro.it. è che mediante queste operazioni che combinano capitali nazionali e locali si punta a creare almeno 5mila nuovi posti di lavoro entro il 2020. Diecimila se si aggiungono anche i dati della previsione relativa ai licenziamenti evitati. Un obiettivo non campato in aria ma scaturito dalla valutazione della ricaduta occupazionale generata dai precedenti contratti di sviluppo. Secondo i dati in possesso della Regione, infatti, grazie agli investimenti effettuati finora è stato possibile generare un indotto di 20mila posti di lavoro. Percorso a tappe L'accordo siglato a Roma nel corso della settimana, e firmato in rappresentanza della Regione Campania dall'assessore alle Attività Produttive, Amedeo Lepore, prevede un preciso cronoprogramma. I fondi complessivi a disposizione dell'amministrazione De Luca per sostenere la nascita di nuove iniziative imprenditoriali e consolidare quelle già esistenti ammontano a 325 milioni di euro. Di queste risorse 175 milioni provengono dal ministero dello Sviluppo Economico, che attinge al Fondo Sviluppo e Coesione (Fsc) 2014/2020, e 150 milioni dall'ente di Palazzo Santa Lucia che a sua volta utilizza le casse del Patto per lo Sviluppo (una derivazione del Fsc). Prendendo spunto dal passato e dai dati in possesso della Regione si evince come la richiesta media per un contratto di sviluppo si aggiri intorno ai 20-25 milioni di eu ro a fronte di un tasso di approvazione dei progetti pari al 35 per cento. Di conseguenza la Regione Campania ritiene di poter finanziare 15 contratti di sviluppo e attivare così 600 milioni di euro di nuovi finanziamenti. In realtà gli accordi ex novo previsti per ora sono quattro, gli altri 11 sono contratti già partiti e relativi allo sviluppo delle principali filiere industriali del territorio (dall'automotive all'aerospazio e agroalimentare). Tra le iniziative già avviate, e in parte già finanziate con risorse della giunta regionale (circa 26 milioni di euro), vi sono gli investimenti in corso di importanti gruppi industriali multinazionali: General Electric Avio Aero (Pomigliano), Nestlé (Benevento), Denso (Avellino), Industria Italiana Autobus (Flumeri), La Doria (Sarno), Unilever (Caivano), Rolls Royce (Morra de Sanctis), Ferrarelle (Riardo), SedaIpi-imballplast (Arzano). I settori industriali campani maggiormente interessati dai contratti di sviluppo già finanziati sono: alimentare (37 per cento), meccanica (25 per cento), legno e carta (10 per cento), automotive (9 per cento), sanità (6 per cento), turismo (5 per cento), commercio (5 per cento), chimica (3 per cento). Leadership consolidata "La Campania è la prima regione in Italia - spiega l'assessore Lepore - per proposte di investimento pervenute sinora allo sportello aperto da Invitalia, con circa il 30 per cento dei progetti di investimento presentati sul territorio nazionale. I contratti di sviluppo finanziati per la Campania sono 41, per un investimento pari a 1.290 milioni di euro e per agevolazioni complessive concesse pari a 689 milioni di euro. Sono stati inoltre finanziati 5 progetti multiregionali, la cui quota ricadente in Campania è pari a 217 milioni di euro di investimenti e a 111 milioni di euro di agevolazioni.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2