Agro/Scafati. Piano di zona, la Corte dei Conti: "Nomina di Prudenzano fu illegittima, sindaci ed ex a giudizio"

16 Settembre 2017 Author :  

Non hanno accettato le osservazioni mosse da amministratori che erano contrari a questo sperpero di denaro pubblico, né tanto meno hanno tenuto conto della normativa vigente in merito alle nomine da fare nelle pubbliche amministrazioni: ecco perché La Corte dei conti ha citato in giudizio amministratori ed ex amministratori dei comuni dell'Agro nocerino sarnese. Avevano nominato come coordinatore del Piano di Zona una persona che non aveva i requisiti e poi gli avevano fatto anche una proroga per quell'incarico. Anche il bando emesso successivamente era illegittimo: sono questi motivi per cui la Procura della Repubblica di Nocera Inferiore aveva indagato (avviso dello scorso marzo) per abuso d'ufficio amministratori, ex e funzionari del Piano di Zona dell' ambito S1, ora disciolto.

GLI ACCUSATI - Infatti, quel professionista era Pasquale Prudenzano, originario di Nocera Inferiore che è a sua volta indagato in quel procedimento conclusosi a marzo su cui è competente la Procura di Nocera Inferiore. Adesso a puntare il dito per un danno erariale da 28.384,94 euro è la Corte dei Conti: citati in giudizio l'ex sindaco di Scafati Angelo Pasqualino Aliberti, l'allora assessore alle Politiche sociali del comune di Sarno Sebastiano Odierna, il sindaco di Sant'Egidio del Monte Albino Nunzio Carpentieri, il sindaco del comune di San Marzano sul Sarno Cosimo Annunziata, l'ex assessore alle Politiche sociali del Comune di San Valentino Torio Teresa Vastola, l'ex sindaco del comune di Sarno Amilcare Mancusi, l'ex assessore di Castel San Giorgio Raffaele Sellitto, l'ex rappresentante del comune di Roccapiemonte Assunta Torino e la segretaria verbalizzante, ex dipendente in forza al Comune di Scafati, Immacolata Di Saia.

IL CASO - Per i giudici contabili, la segretaria è “colpevole” di non aver fatto presente agli amministratori la manifesta illegittimità di quella nomina. Gli amministratori invece, non avendo scelto un insider e non avendo verificato tutti i requisiti, avrebbero commesso un grave danno erariale alle casse dello stato. Ecco perchè adesso dovranno affrontare la citazione della Corte dei Conti della Campania.

IL DANNO ERARIALE E L'INCHIESTA DELLA PROCURA NOCERINA – La Corte dei conti chiede il pagamento del danno erariale per l'incarico ottenuto in maniera illecita da Prudenzano dal 23 febbraio 2012 al 7 novembre 2012. Questa procedura contabile, si muove di pari passo con quella della Procura di Nocera Inferiore che ha accusato gli amministratori, a vario titolo di abuso d'ufficio lo scorso marzo. Tutto era iniziato con quell'incarico. La nomina di Pasquale Prudenzano come coordinatore del Piano di Zona, aveva fatto suscitare, subito dopo lo stop dell'ex coordinatore Porfidio Monda, tutta una serie di proteste da parte di sindacati e degli stessi dipendenti. Sul caso c'erano state quindi le denunce in particolare, da parte di una candidata proveniente dal Comune di Angri, che aveva presentato un ricorso perché lei stessa in qualità di interna all'ambito, avrebbe avuto le giuste credenziali per accedere al ruolo di coordinatore del Piano di Zona. Poi l'inchiesta penale e quella contabile, ora ad una svolta.

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2