Rio Sguazzatorio: Angri contro il Consorzio e la Regione, ma il Tar sospende l'ordinanza

20 Settembre 2017 Author :  

Il Consorzio ottiene la sospensiva davanti al Tar: basta ordinanze per la pulizia del rio Sguazzatorio, il diktat del comune di Angri dovrà aspettare. Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, la sezione staccata di Salerno (Sezione Seconda) dà ragione al Consorzio di Bonifica Integrale Comprensorio Sarno, dei Bacini del Sarno, dei Torrenti Vesuviani e dell'Irno. L'ente aveva chiesto ai giudici amministrativi l'annullamento dell'ordinanza sindacale per pubblica e privata incolumità con avviso di esecuzione delle opere in danno.

Nel diktat era stato ordinato alla Regione Campania ed al Consorzio di Bonifica ricorrente “di provvedere immediatamente alla rimozione dei detriti depositati nell'alveo del Rio Sguazzatorio con ripristino della piena officiosità del corso d'acqua”, avvertendo che “L'intervento deve avere inizio non oltre cinque giorni dalla data della presente”.

Tutti dovevano intervenire sul Rio Sguazzatorio in massima urgenza in base alle competenze. Il giudice però ha deciso di accogliere l’istanza cautelare monocratica e per l’effetto, ha sospeso l’esecutività del provvedimento impugnato: è stata fissata per la trattazione dell’istanza cautelare in sede collegiale la camera di consiglio dell’11 ottobre 2017.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2