Successo per il #FridayforSarno: “Io sto con Sarno”, in tremila a sfilare per le strade della città contro gli scempi ambientali

27 Settembre 2019 Author :  

Grande successo per il #FridayforSarno: “Io sto con Sarno”. Hanno risposto presente gli studenti di Sarno al Fridays for Future che a Sarno si è trasformato in un #FridayforSarno: “Io sto con Sarno”, iniziativa partita sull’onda emotiva del brutto episodio capitato in città venerdì scorso. Erano circa in tremila a sfilare per le strade cittadine, gli studenti che da diverse città dell’Agro sarnese nocerino si sono uniti per richiamare l'indifferenza della politica rispetto all'Emergenza Climatica". Studenti da Scafati, Nocera Inferiore, Striano, San Valentino Torio si sono uniti alle scuole sarnesi per far sentire la propria voce contro gli scempi ambientali, non ultimo il rogo che ha devastato letteralmente il Monte Saretto, venerdì scorso. Quando sei giovani balordi, ancora minorenni, probabilmente per una bravata, un "gioco" finito male, hanno provocato un incendio gigantesco sulla collina alle spalle del centro abitato di Sarno andata in gran parte distrutta, che ha tenuto col fiato sospeso la popolazione locale, facendo rivivere la tragica notte del 5 e 6 maggio 98 quando, solo a Sarno, persero la vita 137 persone. Una protesta, anche per tenere i riflettori accessi sulle tante problematiche ambientali che da decenni attanagliano il territorio, in primis il fiume Sarno, l'emergenza rifiuti, lo smog. I giovani si sono radunati e hanno preso parte ad un corteo con striscioni e cartelli, intonando cori di protesta, per chiedere di cambiare politiche ambientali e ricordare l’incendio di pochi giorni fa che ha distrutto il Saretto. L’Unione degli studenti esprime soddisfazione per la partecipazione e per il responso ottenuto. E’ necessario non distogliere l’attenzione dall’ambiente! Inoltre, gli studenti sarnesi - attraverso una nota stampa - esprimono profondo rammarico per la strumentalizzazione effettuata da qualcuno che ha provato a intestare l’evento alla propria associazione, cercando di primeggiare. Va sottolineato che i ragazzi hanno una coscienza e sono scesi in piazza con lo scopo di sensibilizzare la popolazione locale.

Fridays for Future in 180 città d’Italia

Dunque a Sarno come in oltre 180 città italiane, questa mattina, le piazze si sono animate per i Fridays for Future, con eventi organizzati dalla sezione italiana del movimento di Greta Thunberg. L'Italia ha aderito alla Settimana per il clima, per richiamare l'indifferenza della politica rispetto all'Emergenza Climatica" ma mentre nella maggior parte degli altri Paesi le manifestazioni si sono svolte venerdì 20 settembre, in Italia la mobilitazione ha chiuso la settimana di sensibilizzazione ai problemi dell'ambiente. Si tratta del terzo sciopero globale (dopo quelli del 15 marzo e del 24 maggio), realizzato per chiedere l'abbandono delle fonti di energia fossili e giustizia climatica per i popoli di tutto il mondo. Tale iniziativa è stata promossa da “L’Unione degli Studenti”, ad aderire al corteo "Friday for Sarno", per porre in evidenza proposte e per discutere della tematica ambientale diverse associazioni attive sul territorio: Branco Solidale, con il presidente Nando Scarpati, artefice dell’iniziativa #FridayforSarno, il Coordinamento Genitori Democratici di Sarno, UDS, Legambiente, Associazione Terravecchia, la Càveà, gli Scout, la pro Loco, la protezione Civile "I Sarrastri", Forum dei Giovani, la Gioventù Francescana e Nuova Officina. Il corteo è partito alle 8.30 dal parcheggio antistante la Polizia di Stato in via Roma e al termine, ore 10, in piazza V maggio, si è tenuta un'assemblea pubblica, dove sono intervenuti oltre agli studenti: Don Roberto Farruggio, in rappresentanza della Chiesa sarnese, e politici di diversi schieramenti: la senatrice Luisa Angrisani, l’assessore del comune di Sarno Gaetano Ferrentino, i consiglieri Giovanni Cocca, Maria Rosaria Aliberti e Giovanni Montoro, Giampaolo Salvati, gli assessori Vincenzo Salerno ed Eutilia Viscardi. Grandi assenti, come hanno ricordato gli studenti durante l’assemblea, il sindaco della città di Sarno Giuseppe Canfora e l’assessore all’Ambiente Roberto Robustelli.

 

Le richieste

Le richieste alla politica sono poi così elencate: 1) "Fuori dal fossile: raggiungimento dello 0 netto di emissioni a livello globale nel 2050 e in Italia nel 2030, per restare entro i +1.5 gradi di aumento medio globale della temperatura. 2) Tutti uniti, nessuno escluso: la transizione energetica deve essere attuata su scala mondiale, utilizzando come faro il principio della giustizia climatica. 3) Rompiamo il silenzio, diamo voce alla scienza: valorizziamo la conoscenza scientifica, ascoltando e diffondendo i moniti degli studiosi più autorevoli di tutto il mondo. La scienza ci dice da anni qual è il problema e quali strumenti servono per risolverlo. Ora spetta alla politica il compito di agire".

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2