Scandalo concorsi, i vertici di Agro Solidale smentiscono le dichiarazioni di Montuori

23 Aprile 2020 Author :  

Scandalo concorsi, i vertici di Agro Solidale, la società consortile che gestisce le politiche sociali dei Comuni di Sarno, Pagani, San Marzano sul Sarno e San Valentino Torio, smentisce le dichiarazioni rese dall’imprenditore Alessandro Montuori ai magistrati della Procura di Nola. Montuori, titolare della società “Agenzia Selezioni e Concorsi”, ha fatto trapelare dichiarazioni inerenti a delle sospette anomalie nei concorsi espletati dall'azienda consortile Agro Solidale, dove vi è stato un affidamento in favore della ditta dello stesso imprenditore salernitano. Dichiarazioni rese in sede di interrogatorio che sono state smentite dal presidente del Consiglio d’Amministrazione, l’avvocato Ferdinando Prevete. «Si stigmatizzano tali insinuazioni per una vicenda legata ad un presunto compito fantasma. - scrive il presidente del Cda Prevete -  Infatti, nel premette che la prova concorsuale in oggetto, benché finalizzata al reclutamento di personale a termine per dodici mesi - per cui la legge prevede anche procedure più semplificate come mere valutazioni mediante titoli e colloqui o raccolta di curriculum vitae o incarichi diretti a partita IVA - è stata strutturata, proprio al fine di garantirne al massimo la trasparenza e l’imparzialità, in due fasi (la prima consistente in una pre-selezione e la seconda in due prove scritte ed una orale), va precisato che il Montuori, come emerge dallo stesso articolo di giornale, ha partecipato solo alla prima fase, quella di pre-selezione limitando le sue funzioni, nella 2 seconda fase, esclusivamente alla mera assistenza tecnica alle commissioni di valutazione, alle cui attività egli era totalmente estraneo. Ebbene, all’esito della prima fase, sono stati ammessi un numero di concorrenti pari a 10 volte ogni posto messo a concorso (cioè 40 concorrenti per 4 posti di assistente sociale, 20 concorrenti per 2 posti di esperto amministrativo, 10 concorrenti per 1 posto di psicologo, ecc.). Dunque, dall’elevato grado di ammessi alla seconda fase consegue con palmare evidenza che, nella fattispecie in esame, la eventuale capacità di influenzare il concorso da parte del Montuori è stata pressoché nulla. Tale capacità del Montuori è risultata poi di fatto del tutto annullata nella seconda fase concorsuale laddove, come emerge dallo stesso articolo di giornale, il presunto candidato a lui raccomandato dalla politica, poiché sorpreso a copiare, è stato immediatamente espulso ed escluso dalla prova dalla commissione d’esame alla quale il Montuori, si ripete, era completamente estraneo. E’ altrettanto utile al vero evidenziare che tutte le successive fasi concorsuali si sono svolte regolarmente senza alcuna contestazione ed, all’esito della pubblicazione delle graduatorie definitive, non si è registrato alcun ricorso amministrativo. In ogni caso, sarà facile, per chiunque intenda ulteriormente approfondire la vicenda in esame, riscontrare che l’Azienda consortile Agro solidale è tra i pochissimi soggetti nell’intera Regione Campania ad aver effettuato procedure di reclutamento così rigorose e trasparenti: una fase pre-selettiva, seguita da un vero e proprio concorso per titoli ed esami, con due prove scritte ed una prova orale. Sarà ancora più facile per i numerosi cittadini e per i tanti altri soggetti che ricevono quotidianamente servizi dall’Azienda e/o che interagiscono a vario titolo con la stessa riscontrare che tutto il suo personale e la dirigenza operano quotidianamente con assoluta professionalità, imparzialità e trasparenza, tutte qualità che Agro Solidale come Pubblica Amministrazione ha l’orgoglio di vantare avendo come suo cardine la filosofia di essere “Casa di Vetro”.

 

 

 

 

 

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2