banner agro

Campania. Penalizzati i pazienti diabetici della provincia di Salerno: rimodulati tetti spesa

13 Maggio 2022 Author :  
"Ennesimo provvedimento della Regione Campania che penalizza i pazienti diabetici e in modo particolare quelli dell'ambito ASL Salerno; con la Dgrc 215/2022, infatti, sono stati rimodulati i tetti di spesa mensili introdotti dalla precedente Dgrc 599/2021, che riduce ulteriormente il budget attribuito ai centri antidiabete, già sottostimato rispetto al reale fabbisogno". A denunciare il tutto è il presidente dell'associazione diabetici della Campania Flavio Petroccione. "Nella provincia di Salerno, che conta circa 80.000 diabetici, il tetto di spesa attribuito ai 5 centri antidiabete è pari a 989.168 euro. Invece, altre ASL con numero di pazienti inferiore, come nel caso di Caserta e Avellino, dispongono per 3 centri antidiabete rispettivamente 2.430.000 euro e 1.659.000 euro. È assurda la politica della Regione che: Accredita i centri antidiabete privati imponendo, con la legge regionale n. 1/2007, un organico minimo composto da almeno 2 diabetologi, 3 infermieri, 1 biologo, 2 addetti all’accettazione, 1 oculista, 1 cardiologo, 1 neurologo, 1 ecografista, 1 nefrologo e 1 chirurgo vascolare; Obbliga con la Dgrc 7301 del 2001 investimenti ulteriori per il rispetto di requisiti strutturali che prevedono allestimenti di locali e adeguamento tecnologico continuo; Con le disposizioni approvate nel 2009 con la Dgrc 642 ha obbligato i centri a garantire tutte le prestazioni previste dalle linee guida nazionali senza fornire un’adeguata copertura finanziaria; Stabilisce con il Dca n. 84/2013 la spesa pro-capite media annuale per paziente diabetico in 242 euro, corrispondendo invece risorse per poco più di 60 euro; Attribuisce a centri antidiabete privati con elevata professionalità, accreditati da 50 anni, che forniscono assistenza ogni anno a circa 2.500 diabetici, un tetto di spesa mensile di 15mila euro (circa 600 euro al giorno, pari all’introito giornaliero di un bar di provincia!). Con tale disponibilità è precluso non solo fornire tutte le prestazioni dirette a prevenire e curare le complicanze croniche, ma anche far fronte al crescente numero di iscritti che richiede assistenza, considerando le evidenti carenze delle strutture pubbliche. In conclusione, oggi un cittadino diabetico della Regione Campania riceve una visita diabetologica che costa al servizio sanitario regionale appena 12 euro, con il conseguente rischio di non ottenere la necessaria prescrizione del piano terapeutico (prestazione salvavita), se non a pagamento. Una serie infinita di errori, orrori e contraddizioni, che determina l’aggravarsi dell’assistenza diabetologica in Regione Campania e in modo particolare nella provincia di Salerno che ad oggi registra un tasso di incidenza dell’8% del diabete (diagnosticato)".

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2