×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 564

"Galleria Maiori-Cava", l'amministrazione Capone finanzia un progetto 'impossibile'

20 Maggio 2016 Author :  

Da diverso tempo gira una di quelle leggende metropolitane che narrano di una galleria in grado di mettere in collegamento Cava de’ Tirreni con Maiori. Un’impresa mastodontica, forse irrealizzabile, al limite dell’incredulità e incredibilità, che apporterebbe più svantaggi che vantaggi alla Costiera Amalfitana, dal costo stimato di 130 milioni di euro. Ma se l’amministrazione di Cava de’ Tirreni non ha mai sprecato tempo e soldi su questo progetto, scopriamo che la giunta comunale di Maiori ha istituito l’unità di progetto denominata “Realizzazione galleria Maiori-Cava de Tirreni” che costa alle casse comunali ben 60.000 euro annui.
A denunciare la folle e inutile spesa è il consigliere comunale maiorese Valentino Fiorillo della lista Civitas 2.0: “Con delibera di Giunta n.214 del 29 dicembre 2015, l’amministrazione di Maiori ha istituito l’unità di progetto denominata “Realizzazione galleria Maiori-Cava de Tirreni” assegnando a tale unità un ingegnere e un impiegato di ruolo. A prescindere dall’utilità, della necessarietà e, soprattutto, dell’opportunità di tale opera, è bene ricordare che, a tutt’oggi, il comune di Cava, ufficialmente, non ne sa assolutamente nulla. Infatti, a parte qualche contatto informale, nessun atto , convenzione o protocollo di intesa è stato stipulato tra i due comuni che dovrebbero essere interessati dall’opera. Praticamente se la cantano e se la suonano da soli”.
Il vero problema è che non si tratta solo di un progetto astratto, conservato tra le idee future, ma di un piano che apporta dei costi alle casse comunali: “L’ istituzione di questa unità di progetto costa alle casse comunali, solo per gli stipendi dei dipendenti assegnati, circa 60.000 Euro annui – prosegue Valentino Fiorillo -. Ricordiamo che questo progetto, di improbabile fattibilità considerato anche il costo stimato di circa 130 milioni di Euro, al momento, esiste solo nelle teste dei nostri amministratori. Non esiste nemmeno alcuna vaga ipotesi di finanziamento. Intanto, per coprire lo spazio in organigramma lasciato vuoto dall’ingegnere assegnato a questa unità, sono stati assunti altri due professionisti con incarichi fiduciari senza alcun bando di concorso, per un’ulteriore spesa di oltre 50.000 Euro. In pratica, mentre un tecnico esperto di ruolo langue in un ufficio in attesa di risorse e intese tra i comuni per poter lavorare, si assumono, in maniera discrezionale, due altri tecnici per coprire lo stesso ruolo svolto, da solo, dal precedente. Ma questi “giochini” il Sindaco può permetterseli presso la sua azienda dove, a spese proprie, può fare quello che vuole. Con i soldi pubblici non si gioca”.
Ma dulcis in fundo arriva la ciliegina sulla torta di un misfatto che ha dell’assurdo: “C’è da aggiungere poi che gli incarichi fiduciari possono essere assegnati solo in assenza di professionalità adeguate già in servizio e a professionisti con “comprovata esperienza pluriennale e specifica professionalità nelle materie oggetto dell’incarico”.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2