Elezioni. A Fisciano, Siano e Giffoni comandano le donne

08 Giugno 2016 Author :  

FISCIANO – Le ultime elezioni amministrative a Fisciano, Siano e Giffoni Sei Casali, hanno determinato il successo delle donne, che hanno saputo ben sfruttare la doppia preferenza a proprio vantaggio. A Fisciano saranno 6 le donne che siederanno in consiglio, 8 invece le donne che entrano a far parte del consiglio comunale e Giffoni e Siano, ossia la meta dei rappresentanti della massima assemblea cittadina. A Fisciano si è registrato l’exploit di Anna D’Auria 1174 voti, Maria Grazia Farina 986 voti e Teresa D’Auria con 822, che sono state rispettivamente la seconda, la terza e la quarta. Sono entrate anche in consiglio Rita Guacci 524 voti e Valentina Iannone 446. Oltre a questi consiglieri di maggioranza, per la minoranza con la lista “Cittadini per Fisciano” entra Marilena Ricciardi con 124 voti. A Siano, oltre la candidata sindaco sconfitta, Serenella Tenore, entrerà in consiglio anche Anna Carmela Russo, moglie e Figlia d’Arte, in quanto il marito Carlo Guadagno è consigliere comunale a San Severino, e il padre è Nunziante Russo l’ex assessore di Siano. Oltre loro due entrano in consiglio per la maggioranza guidata dal sindaco Giorgio Marchese, Fortuna Albano detto Tina con 353 voti, Giovanna Albana 410, Teresa Botta 266, Palmina De Maio 571, Angela Maria Di Filippo 216, Raffaella Esposito 228. Anche a Giffoni entrano 8 donne in consiglio che sono per la maggioranza Maria Cianciulli 502, Angela Delle Donne 511, Stefania Gubitosi 588, Eliana Malfeo 646, Angela Maria Mele 755, Maria Volpe 742. Le due donne della minoranza sono Antonietta Buonanno che con 795 è risultata la più votata in assoluto, e l’avvocato Nicoletta Toro 432, figlia del dottor Antonio Toro, ortopedico di fama nazionale, primario all’ospedale di Sarno e in passato a quello di Mercato San Severino. Il successo delle donne è stato determinato dal fatto che molte di loro hanno sfruttato a proprio vantaggio l’accoppiata uomo-donna, hanno, in gran parte dei casi, preso i voti dell’uomo senza pero ricambiare. È la strategia questa usata soprattutto dalle donne più votate, come nei casi di Fisciano e Giffoni, che hanno anche raddoppiato i rispettivi “partner”. Ora le rappresentanti del gentil sesso passano all’incasso chiedendo il giusto riconoscimento per il loro risultato ai rispettivi sindaci, in virtù del fatto che la nuova legge prevede che almeno il 40% degli assessori deve essere donna, sfruttano ulteriormente questa situazione pretendendo ulteriormente un posto in giunta, è il caso di Anna e Teresa D’Auria a Fisciano, di Palmina De Maio e Giovanna Albano a Siano, mentre a Giffoni Angela Maria Mele“si accontenta” della poltrona di presidente del consiglio comunale. Sempre a Giffoni Maria Volpe è invece in corsa per l’incarico di assessore, unitamente alla collega Eliana Malfeo. Sempre in tema di incarichi a Fisciano e Siano la poltrona di presidente del consiglio dovrebbe toccare rispettivamente a Antonio Pierri e Antonio Buonaiuti, che con 1132 e 673 preferenze sono stati in assoluto i più votati.

Vincenzo Pecoraro

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2