Sarno. Episcopio e la "Certificazione di borgo autentico", il progetto di Francesco Origo per rilanciare la frazione

24 Maggio 2019 Author :  

“Il mio obiettivo per il Borgo di Episcopio sarà l’ottenimento della “Certificazione di Borgo Autentico”. A parlare è il candidato al consiglio comunale con “Impegno e Passione” con Canfora sindaco Francesco Origo, che parla del suo progetto per far rinascere Episcopio, un borgo straordinario, dalle grande potenzialità. Turismo religioso, albergo diffuso, riapertura delle botteghe artigiane con l’obiettivo finale “Certificazione di Borgo Autentico”. Un sogno che potrebbe diventare presto realtà per Francesco Origo. “ll progetto Episcopio si base sul potenziale architettonico del centro storico di Episcopio con i suoi Palazzi “ a scala aperta” costruiti all’inizio del settecento in piena epoca “Tardo barocca”. – spiega Origo - La scala aperta nella residenza tardo barocca in Campania rappresenta uno dei temi che hanno maggiormente inciso sulla progettazione degli spazi privati tra Seicento e Settecento. Vi sono studi che hanno approfondito le relazioni intercorrenti tra il sistema delle scale aperte adottate in ambiente napoletano ed esempi significativi realizzati a Episcopio di Sarno (Palazzo Origo, Palazzo Milone, Palazzo Bosco ed altri) influenzati da un analogo processo di ‘metamorfosi’ della residenza privata, oltre che dall’attività di maestri quali Ferdinando Sanfelice, Domenico Antonio Vaccaro, Angelo e Francesco Solimene (pittori di grande spessore artistico che hanno lasciato opere anche all’interno della Concattedrale di san Michele Arcangelo). Il quadro che si delinea è di grande interesse per una più estesa indagine conoscitiva del territorio di Episcopio dove emergono edifici tardo barocchi inediti nei quali il sistema delle scale aperte e le sue connessioni col cortile e col giardino retrostante sono impiegati come elementi di articolazione spaziale e distributiva degli ambienti, come spazi funzionali destinati agli usi padronali del palazzo, oltre che per sottolineare il prestigio delle famiglie committenti interessate a promuovere il proprio nome ben oltre i più angusti confini locali”.

Tre interventi per far rinascere il Borgo di Episcopio

Subito dopo Origo spiega i tipi di interventi da effettuare per far rinascere il borgo “Episcopio “il Borgo del Tardo barocco” si svilupperà su tre livelli di intervento interagenti: Riqualificazione. Prioritario tassello del progetto di valorizzazione è il recupero e la riqualificazione del patrimonio immobiliare sia residenziale, da destinare a forme di ricettività innovativa, sia non residenziale, nel rispetto dei caratteri identificativi e tipici del contesto locale di riferimento. Rifunzionalizzazione. Complementare alla riqualificazione è la rifunzionalizzazione: individuazione del tema portante della destinazione, coerentemente con le vocazioni e le peculiarità del contesto di intervento e, collegata al tematismo, realizzazione/rinconversione di dotazioni strutturali funzionali Rivitalizzazione. Affinché la riqualificazione e rifunzionalizzazione del patrimonio immobiliare non risultino fine a se stessi, il progetto di valorizzazione si completa con la costruzione di un sistema di attività e servizi integrato, supportato da un adeguato modello di gestione, in grado di garantire la “vitalità” della destinazione tematica. Il progetto prevede la realizzazione di un primo nucleo di Albergo Diffuso dedicato al turismo religioso ed architettonico. Si tratta di un innovativo sistema di accoglienza diffuso abbinando servizi culturali e di intrattenimento in stretta simbiosi con le peculiari componenti naturalistiche, ambientali e culturali locali. Un modello alternativo di residenzialità e di vacanza destinato ad un target di utenza, in continua crescita sia nel nostro Paese che all’estero, in fuga dalle grandi città ed in cerca di esperienze autentiche che valorizzano le relazioni umane grazie al contatto con i residenti del borgo. Obiettivo finale per il Borgo di Episcopio sarà l’ottenimento della “Certificazione di Borgo Autentico”. Raggiungendo la certificazione e potendo utilizzare il Marchio “Borgo Autentico Certificato”, si avrà l’opportunità di dimostrare in modo oggettivo e misurabile che attraverso le proprie politiche specifiche e sulla scorta di iniziative di coerenza con i principi e le linee strategiche BAI (Manifesto, Codice Etico e i 6 principi allegati al Disciplinare), si sono perseguiti obiettivi di "qualità" allo scopo di rispettare la "Mission" fondativa di BAI, ovvero "promuovere un percorso di crescita e miglioramento del borgo e del suo territorio e concorrere a migliorare la qualità di vita della sua comunità". Le ricadute sull’intero territorio comunale saranno la creazione di occupazione, il recupero attivo il territorio, la garanzia della vivibilità e la salvaguardia della memoria condivisa, e saranno centrati attraverso il “turismo di comunità” partecipato e fortemente legato al territorio, che coinvolgerà diverse tipologie di accoglienza (dalla parrocchia all’agriturismo, dall’albergo ai privati), con la promozione di servizi al turismo e allo sport ecosostenibile e il coinvolgimento in un’offerta integrata di artigiani e produttori locali di alimenti tipici (Pomodoro San Marzano).

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2