Maiori. Caso terminal bus, l'opposizione "SITa nu' disastr'" | La raccolta firme

28 Ottobre 2016 Author :  

Maiori. L'opposizione al veleno sul caso Sita: via la raccolta firme per annullare il provvedimento dell'ultimo consiglio sul caso del Terminal Sita. I consiglieri di Città nuova, Pd, Insieme per Maiori e Civitas 2.0: "Essi hanno peccato nimis cogitatione, verbo et opere, hanno molto peccato in pensieri, parole ed opere" scrivono i consiglieri "In pensieri: perché è da dicembre 2015 che c’era un progetto proposto dalla SITA per fare un grande terminal bus attrezzato al Demanio, e l’hanno tirato fuori solo quarantott’ore prima di portarlo in Consiglio. Poi, hanno avuto la faccia tosta di chiedere un voto “senza pregiudizi”. Adesso dicono:“contiamo di presentarlo alla cittadinanza nei prossimi mesi”. Scusate se non ci crediamo molto: senza di noi, nessuno ne avrebbe saputo nulla, come nulla si sa dei parti (o degli aborti) in gestazione su demanio, project financing, depuratore, PUC e via imboscando.
In parole: perché dicono “per la questione traffico è stato già chiesto alla Provincia un supporto per il piano di sostenibilità”. Peccato che mercoledì 26 la Segretaria Comunale abbia confermato che la nota non esiste. Diciamo pure che lo chiederanno: ma la Provincia (o meglio, l’Area Vasta) non è lo stesso Ente che da quattro anni “sostiene” la situazione della Tramonti-Ravello? Se è così, allora per Via Chiunzi c’è da stare davvero “tranquilli”, come con confermata impudenza chiedono ai cittadini. In opere: perché aummo aummo, con un insulto ai tanti residenti non consapevoli che ne dovranno pagare il prezzo ambientale e di vivibilità, in trenta minuti hanno accettato la richiesta della SITA. Ora, noi non abbiamo la caratura politica, etica ed amministrativa di questa maggioranza, come con rinnovata finezza ci hanno ricordato. Che possiamo dire?.. nui ‘emm fatt ‘e scole vasce.. per questo ci limiteremo a informare i cittadini, ascoltarne i consigli, sollecitarne la collaborazione.
Tanto più che parecchie cose che dovrebbero esserlo non sono affatto chiare: dal numero delle corse in più (almeno 20 dice la stessa SITA) al numero complessivo degli autobus che utilizzeranno officina, colonna di rifornimento e servizio lavaggio, fino al prezzo dei biglietti della navetta interna per i villaggi.
Da ultimo, i capannoni del carnevale. Noi, lo sanno tutti, abbiamo molto affetto per questa manifestazione e per tutti coloro che la organizzano da sempre con sacrificio e passione personale ammirevoli. E siamo quindi lieti che l’Amministrazione si voglia fare carico dei capannoni con i futuribili oneri di urbanizzazione.
Certo, la tempistica e l’occasione sembrano un pochino sospette. Ma sarà un caso. E però tutti, nel Carnevale e non, ricordiamo che questa è la stessa Amministrazione che nell’Agosto 2015 ha praticamente cacciato fuori dal Comune un’ urbanista della Università Federico II venuta a fare proposte di merito con cifre (e strumenti urbanistici) largamente più accessibili - spiegano i consiglieri di opposizione - Hanno cambiato idea sul carnevale. E bisogna aiutarli a cambiare idea anche sulla SITA, perché i peccatori vanno aiutati a redimersi. Per facilitare la redenzione, abbiamo avviato la raccolta di firme per una petizione popolare che chieda la revoca del provvedimento preso nell’ultimo Consiglio Comunale".
Dove si può firmare:
CAF UNSIC-PATRONATO ENASC (LUCIA MAMMATO) - VIA NUOVA CHIUNZI, 25
CITTÀ NUOVA–VIA GAETANO CAPONE 25 (PALAZZINE)–DALLE ORE 18.00 ALLE ORE 20.00

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2